“Di “patti della legalità”,come degli “Osservatori comunali contro la criminalità” da noi proposti,se ne possono fare ed istituire quanti se ne vogliono,ma se,poi,a gestirli,ci sono soggetti flaccidi o,comunque,appartenenti o arrendevoli al “sistema”,si fa solo un buco nell’acqua.Anzi si rischia di dare legittimazione al “sistema” il quale si giustifica dicendo che ha sottoposto la decisione all’esame degli Osservatori.Quindi bisogna stare molto attenti,come noi ci accingiamo a fare verificando fra poco l’operato ed i risultati dell’Osservatorio istituito presso il Comune di Formia,-unico nel Lazio ad aver istituito,ad oggi,l’Osservatorio – pronti ad assumere qualsiasi decisione,per quanto ci riguarda,finalizzata a dare piena attuazione agli intenti che ci eravamo proposti e ci proponiamo .Quindi,dopo quanto sta emergendo con Mafia Capitale e con quanto é emerso in altre inchieste precedenti che hanno sempre investito i Comuni del Lazio e non solo,noi,pur apprezzando Patti ed Osservatori,non ci fidiamo di questa classe politica.

Ti potrebbe anche interessare...