Da oggi, 5 maggio 2013, l’on. Franca Penasa fa parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione Caponnetto ed è, inoltre, la responsabile della stessa per la regione del Trentino-Alto Adige e territori circostanti.

COMUNICATI STAMPA DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO
Nella mattinata di oggi, martedì 23 aprile 2013, il Consiglio Regionale del Trentino Alto Adige ha discusso una mozione ed un’interrogazione firmata da 23 consiglieri e promossa dalla Consigliera Franca Penasa relativamente ad un appalto per i lavori dell’A22 Brennero affidati ad una ditta già sotto indagine e sospettata di collegamenti con soggetti destinatari di interdittiva antimafia.
Trattasi di un appalto per un valore di 5, 4 milioni di euro già bloccato dopo la denuncia del Testimone di Giustizia Gennaro Ciliberto.
I Consiglieri interroganti hanno evidenziato come il sistema del massimo ribasso permetta a ditte sospette una facile aggiudicazione dei lavori,
Nel caso in esame è stata rilevata anche la mancanza del certificato antimafia.
L’Associazione Caponnetto invita la Procura della Repubblica di Trento e la DDA di Padova, competente per il territorio, a verificare la sussistenza o meno dei requisiti previsti dalla legge da parte del soggetto vincitore della gara, oltre alla regolarità o meno delle procedure seguite per lo svolgimento di detta gara.
____________________________________________________________________________________
DA OGGI, 5 MAGGIO 2013, L’ON. FRANCA PENASA FA PARTE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO ED E’, INOLTRE, LA RESPONSABILE DELL’ASSOCIAZIONE MEDESIMA PER LA REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE.
COLORO CHE RISIEDONO NELLE PROVINCE DI TRENTO E BOLZANO E TERRITORI CIRCOSTANTI CHE VOGLIANO PRENDERE CONTATTI CON L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO SONO PREGATI DI RIVOLGERSI A LEI (mail penasafranca@tin. it).

Archivi