Da Michele Zagaria messaggi dal 41 bis

Da Michele Zagaria messaggi dal 41 bis

Sarebbero stati affidati alla sorella Gesualda durante un colloquio a Tolmezzo. La conversazione finita nel processo dove è accusato di aver continuato a guidare la cosca anche dalla prigione

Di Giuseppe Tallino -15 Gennaio 2022


CASAPESENNA –
 La voce alta dei nipoti, che chiacchieravano tra loro, per permettergli di comunicare con la sorella Gesualda evitando che le telecamere riuscissero a comprendere cosa diceva: è l’escamotage che avrebbe adottato il capoclan Michele Zagaria durante il colloquio avuto con i familiari il 21 giugno 2020 nella casa circondariale di Tolmezzo.

Le riprese audio-video del confronto con sorella e tre nipoti sono state depositate nel processo a suo carico, che si sta celebrando dinanzi al Tribunale di Napoli Nord. La Procura distrettuale gli contesta l’aver continuato a guidare la cosca pure dalla prigione. E lo avrebbe fatto, questa la tesi degli inquirenti, proprio durante gli incontri con i familiari e nel corso di altre udienze dibattimentali che lo riguardavano, nelle quali, in video-collegamento, avrebbe lanciato messaggi ai sodali del clan liberi di circolare sul territorio.
Ieri mattina è stato interrogato dal pm Maurizio Gioradano e dagli avvocati di Zagaria, i legali Paolo Di Furia ed Emilio Martino, l’ispettore superiore responsabile del Reparto operativo mobile della casa circondariale di Tolmezzo, che ha effettuato il controllo audio-video del colloquio tra il mafioso, già condannato all’ergastolo, la sorella e i nipoti. La conversazione avviene nel periodo in cui il fratello Pasquale era stata scarcerato e spedito ai domiciliari a Pontevico, in provincia di Brescia, dove abita la moglie, dal Tribunale di sorveglianza di Sassari, durante la prima fase dell’emergenza Covid-19. Un caso che, finendo all’attenzione dei media nazionali, ha contribuito a spingere il magistrato Francesco Basentini a dimettersi da capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria.

Il boss, in quella circostanza, non chiese a Gesualda soltanto di Pasquale, ma, a più riprese, volle informazioni anche del nipote, Filippo Caplado, ritenuto dagli inquirenti il suo delfino (incaricato di essere il leader operativo del gruppo mafioso). Nella fase finale del colloquio, mentre i nipoti chiacchieravano tra loro, con voce alta, il detenuto e la donna, stando a quanto riferito dall’ispettore, si avvicinarono con il volto al vetro e comunicarono con un intesa di sguardi e frasi pronunciate con toni bassi di cui non si è riuscito a comprendere il contenuto. E si teme che il contenuto riguardava proprio questioni di mafia.

Il processo riprenderà a febbraio per le discussioni. Le recenti indagini della Procura distrettuale di Napoli hanno acceso i riflettori su Capaldo: attraverso Filippo e i suoi fratelli, Nicola e Mario Francesco, la cosca avrebbe investito nel business dei supermercati.

La famiglia di Sandokan accusa Orlando Diana: “Era l’uomo di Zagaria sul Comune”

Rifiuti e clan dei Casalesi, Cassandra: “Graziano presentò Zagaria a Savoia”

Diana e l’affare delle cooperative. Barbato: “E’ uomo di Zagaria”

Casapesenna, arrestato Giuseppe Diana: per la Dda fa parte del clan Zagaria

La famiglia Mezzero sotto la lente dell’Antimafia, Zagaria accusa Giacomo

La ‘protezione’ degli Zagaria, 3 indagati

Da Ciccio Zagaria mozzarella ai dipendenti della Conservatoria di S. Maria Capua Vetere

Zagaria, Nicola Capaldo rinuncia allo scettro: “Non sono capace di comandare”

Clan Zagaria, il complesso turistico Night and Day confiscato all’ex assessore Cassandra

Guerra nel clan dei Casalesi. Michele Zagaria voleva uccidere Barbato

Frode sui carburanti, Ciccio Zagaria: Conte e Diana mi proposero l’affare

Azienda confiscata agli Zagaria, nei guai l’ex custode giudiziario

Restina: Franco Cocozza mi fu indicato dagli Zagaria. L’inchiesta sui Diana nata sulle tracce…

Tutti ‘fuori’ i fratelli boss del capomafia Michele Zagaria

L’immagine al ribasso di Pasquale Zagaria che non convince

L’impero di Michel Zagaria perde pezzi

Inchiesta sui Casalesi. “Il barista tramite di Zagaria”

Clan Zagaria, la polizia: incontro a Capodichino per l’affare Capaldo-Cantile

Camorra e appalti. Prima l’intercettazione e l’interdittiva, poi il pentito. La tesi della Dda:…

Il pentito Zagaria accusa Antropoli: nel suo studio gli consegnai soldi dopo l’appalto

Michele Zagaria dal carcere dà ordini al fratello Carmine

Bloccata una lettera destinata al boss Michele Zagaria

Spy story dei Casalesi, i servizi segreti sulla cattura di Zagaria: la relazione top…

‘Lacrime di coccodrillo’ per Michele Zagaria: dopo la sfuriata il boss piange durante il…

fonte:https://cronachedi.it/da-michele-zagaria-messaggi-dal-41-bis/

Archivi