DA MARTEDI’10 A ROMA LA SETTIMANA DELLA LEGALITA’

Un’intera settimana contro tutte le mafie e per sensibilizzare i giovani ai valori della legalita’, della solidarieta’ e della convivenza civile. E’ l’obiettivo della terza edizione della ‘Settimana per la Legalita’  organizzata dalla regione Lazio con l’alto patronato del Presidente della Repubblica , che si apre martedi’ prossimo a Roma.
Quest’anno l’appuntamento – che si articola da martedi’ 10 a sabato 14 marzo con conferenze, dibattiti e lo spettacolo ‘Pasolo Scalo’  – e’ dedicato alle ecomafie ed e’ intitolato ‘Con le armi della cultura’. Ma affrontera’ anche temi ‘classici’ della problematica della legalita’ come l’usura,il ‘pizzo’, il racket, le periferie, l’ambiente.
All’organizzazione della manifestazione, voluta dalla presidenza della Regione, partecipano anche l’associazione Libera, la Fondazione Caponnetto, il Centrostudi Enrico Maria Salerno, l’Associazione PerCoRSI onlus e GEA, formazione professionale Onlus, e prevede il coinvolgimento di almeno 2000 studenti provenienti dalle scuole di Roma e di tutta la Regione.
Quest’anno la Settimana – che si svolge al Teatro Piccolo Eliseo – si avvale della collaborazione di Giancarlo De Cataldo e di Serge Quadruppani che hanno scritto per l’occasione lo spettacolo teatrale ‘Pasolo scalo’ che e’ messo in scena dalla Compagnia Teatro Libero di Rebibbia, composta da ex detenuti  del carcere romano e con la regia di Fabio Cavalli.
Alla giornata inaugurale interverranno il presidente della Regione Piero Marrazzo, il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, don Luigi Ciotti di Libera, De Cataldo e Quaduppani e Cristiana Avenati direttrice di Legambiente Lazio. Nella stessa giornata verra’ sancito il gemellaggio tra le scuole di Casal di Principe, di Ciampino e di Latina.
Nei giorni successivi le sessioni saranno dedicate ai temi: ‘Liberta”, ‘Ecomafia, legalita’, antiracket’, Comunicare la legalita”, ‘Periferie al centro della citta”.
Tra i magistrati che parteciperanno alla Settmana Franco Roberti, procuratore della Repubblica di Salerno; Raffaele Cantone, magistrato; Domenico Airoma, procuratore aggiunto di Cosenza.

(tratto da ANSA.it – Portale Legalità)

Archivi