Da “Il Tempo”: Marrazzo chiederà al Governo lo scioglimento del Consiglio Comunale di Fondi

Marrazzo «azzera» Fondi

Sull’ipotesi di scioglimento del consiglio comunale di Fondi si è parlato ieri nella seduta consiliare regionale sull’ordine e la legalità.

Il presidente Piero Marrazzo ha detto che chiederà «al Governo lo scioglimento del consiglio di Fondi perché l’incertezza non aiuta la trasparenza» e per questo si rivolgerà al premier Silvio Berlusconi perché «porti la questione al consiglio dei ministri». Anche per Claudio Moscardelli «una particolare attenzione va riservata all’area del sud pontino e del basso Lazio, dove si registra l’influenza dei clan della camorra casertana, in una vasta area compresa tra le province di Caserta, Frosinone e Latina. Scioglimento del Comune di Fondi per infiltrazioni mafiose e creazione a Latina di una sezione operativa della Direzione Investigativa Antimafia». Queste le proposte del vicecapogruppo regionale del Pd. Per Luisa Laurelli, presidente della commissione regionale di sicurezza, la Regione «deve svolgere il suo ruolo di coordinamento e di impulso di politiche di sviluppo del territorio, a garanzia della funzionalità dei servizi sociali ed educativi, della tutela dell’ambiente e del lavoro».
Per Luigi Canali, presidente della commissione regionale della Sanità «nell’ambito della lotta alle mafie molto è stato fatto, ma molto è ancora da fare. È necessario concentrarsi non solo sui fenomeni di microcriminalità, ma anche sulla lotta all’usura, sul controllo degli appalti, sul contrasto alla diffusione delle organizzazioni criminali nel Lazio e sul riciclaggio di denaro». Polemico verso le sole declamazioni teoriche del centrosinistra, Aldo Forte, capogruppo regionale dell’Udc: «Sulla lotta alla criminalità la Regione Lazio può e deve fare molto di più. Fino ad oggi non è stato fatto granché e da parte di Marrazzo ci aspettiamo fatti e azioni concrete, per fare una battaglia comune nell’interesse di tutti i cittadini e per evitare che qualcuno strumentalizzi la questione sicurezza per meri scopi politici». Per Romolo Del Balzo, consigliere del Pdl, «già si respira aria elettorale. Sebbene sia Roma, e l’area romana, il luogo dove si è registrato il più alto tasso di presenze della criminalità organizzata, il centrosinistra regionale sta utilizzando Fondi e tutta la provincia di Latina come capri espiatori per le infiltrazioni della criminalità organizzata nel Lazio: e questo in contrasto con i dati pubblicati dall’Osservatorio regionale per la Sicurezza e la Legalità e contro l’analisi sulla criminalità della Commissione parlamentare antimafia». Pacato il commento del sindaco di Fondi, Luigi Parisella: «Aspettiamo, con grande rispetto, le decisioni che gli organi competenti vorranno prendere».
Orazio Ruggieri

(tratto da Il Tempo.it)

Archivi