Da Il Mattino.Arrestato il Sindaco di Arzano

Arrestato per tentata concussione il sindaco di Arzano Giuseppe Antonio Fuschino. L’ordinanza emessa dalla Procura Napoli Nord e disposta dal gip presso il tribunale Napoli nord, è stata notificata al primo cittadino di Arzano questa mattina alle 10.30.

I carabinieri della locale stazione hanno, infatti, invitato Fuschino, che era già al suo posto in Comune, a recarsi presso la casa comunale per comunicazioni urgenti. Molto lo stupore e lo sgomento da parte del sindaco quando ha appreso dai militari di essere accusato di concussione.

In pratica, avrebbe ricevuto, secondo quanto emerge dall’ordinanza, favori personali in cambio di atti a lui dovuti in quanto primo cittadino di Arzano. A Giuseppe Antonio Fuschino, 56 anni, nato in Venezuela, medico e consigliere provinciale di
Napoli: è stato eletto nell’aprile del 2010 in una lista civica di centrodestra. A Fuschino sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Nel febbraio del 2008 il Comune di Arzano fu sciolto per infiltrazioni camorristiche e fu commissariato per circa due anni, fino all’elezione di Fuschino. In quegli anni si verificarono molti episodi inquietanti tra cui buste con proiettili e minacce ai commissari prefettizi, a giornalisti ed agli stessi carabinieri.

Sulla vicenda dell’arresto di Fuschino è intervenuto anche il presidente della Provincia di Napoli, Antonio Pentangelo. «Apprendo con vivo stupore la notizia dell’arresto, per il reato di tentata concussione, del sindaco di Arzano Giuseppe Fuschino che è anche consigliere provinciale. Siamo sicuri – conclude Pentangelo – che Giuseppe saprà dimostrare ai magistrati, di cui abbiamo assoluta ed incondizionata fiducia, la propria estraneità ai fatti contestatigli».

Archivi