Da Caserta CE .Indagini in corso da parte della DDA di Napoli sulle elezioni di Castelvolturno.

Non siamo alle accuse ma semplicemente ai sospetti,ma quando leggiamo cose del genere certi dubbi vengono circa le ombre che potrebbero gravare  non solo su Castelvolturno,ma su tanti altri comuni,regioni e così via.
Ma il problema resta sempre il comportamento dei cittadini,alcuni dei quali  si schierano con “o sistema “ e sono direttamente conniventi e responsabili,mentre altri restano a guardare e non fanno niente per abbattere “o sistema”.
Potremmo scriverci un trattato citando le situazioni esistenti in migliaia di comuni. Quando noi parliamo di responsabilità,soggettive o oggettive non importa,e di quaquaracquà,di tradimenti e di pantomine,di retorica e di azione.
Siamo ormai al marcio generalizzato,al malcostume diventato sistema,all’anomia delle istituzioni.Il nostro discorso non é riferito a Castelvolturno ma a tutta Italia.Per quanto riguarda nello specifico Castelvolturno ci rimettiamo a quello che sarà l’esito delle indagini,ma questo non ci esime dall’obbligo morale – e non solo- di stimolare  le persone oneste di quel territorio ad essere più incisive,più collaborative nei confronti  dei magistrati della DDA.
Non commemoriamo ipocritamente Paolo Borsellino quando,poi,ne ignoriamo volutamente le indicazioni e gli appelli accorati a non far gravare tutto il peso della lotta alle mafie sulle sole spalle dei magistrati e delle forze dell’ordine.E’ dovere civico e morale di ogni singolo cittadino oneste aiutarle senza fare chiacchiere.

AGG. 17.28 ESCLUSIVA CASTEL VOLTURNO. Carabinieri al Comune per conto della Dda, elezioni comunali sotto controllo. ECCO COSA CONTIENE IL FALDONE acquisito dai militari dell’Arma 

Domani effettueremo un’analisi approfondita ripescando dal passato remoto e recente alcuni vecchi articoli sulle elezioni di Castel Volturno 

carabinieri-faldoni

 

 

AGG. 17.09 – Hanno prelevato tutti gli atti relativi alle elezioni comunali di Castel Volturno, tenutesi nel 2014. Nel faldone che hanno portato via i carabinieri, i quali hanno agito per mandato della Dda di Napoli, ci sono gli elenchi contenenti i nominativi dei cittadini che hanno votato e quello dei candidati nelle varie liste di Castel Volturno. A quanto è emerso stasera, a poche ore dall’operazione eseguita dagli uomini della Compagnia di Mondragone, diretta dal Capitano Lorenzo Chiaretti,  al Municipio della cittadina rivierasca,  sono stati prelevati documenti relativi anche ai consensi riportati dai vari candidati. In effetti è un’operazione trasversale che intende, con ogni probabilità far chiarezza su quella campagna elettorale della discordia nella quale fioccarono reciproche accuse di salubrità politica anche sui nomi di alcuni candidati.

A questo punto, è facile ipotizzare che a seguito di alcuni esposti presentati durante le elezioni la Direzione Distrettuale Antimafia ha aperto un fascicolo di inchiesta. Certamente questa visita improvvisa dei carabinieri al Comune di Castel Volturno getta un’ombra sinistra su quelle elezioni che dovevano essere considerate una sorta di spartiacque rispetto al passato.

Domani effettueremo un’analisi, ripescando dal nostro archivio vecchie storie della campagna elettorale, nonchè recenti fatti che hanno sollevato un polverone di polemiche riguardo le cosiddette parentele scomode di alcuni esponenti politici.

Max Ive

Archivi