Da Antimafia Duemila.Grazie Tina

BackSei qui: Rubriche  Anna Vinci  Grazie Tina

ANNA VINCI 

Grazie Tina

Dettagli 

Pubblicato: 01 Novembre 2016

anselmi vinciFoto, Video e audio all’interno!
La notizia della scomparsa di Tina Anselmi
 lascia un vuoto enorme nell’Italia degli ipocriti e dei buffoni di corte. La staffetta partigiana nata a Castelfranco Veneto il 25 marzo 1927 ha dato al nostro Paese molto di più di quanto abbia ricevuto. Il suo essere integerrima fino alla fine l’ha resa un corpo estraneo a un sistema di potere da lei individuato e combattuto senza indugi. Quello stesso sistema criminale che ha saputo trasformarsi negli anni cambiando il volto dei suoi rappresentanti e ipotecando sempre di più il nostro futuro. L’eredità che  lascia a chiunque abbia a cuore il destino della nostra democrazia è immensa. A ognuno di noi resta il compito di difendere quella Costituzione che Tina Anselmi ha difeso in tutta la sua vita. “La nostalgia va presa a piccole dosi”, diceva l’ex presidente della Commissione sulla P2, perché se no corrode l’anima. Oggi, però, è difficile riuscire a non provarla pensando a lei mentre assistiamo a indegni spettacoli di ominicchi e quaquaraquà che rivestono ruoli di primo piano ai vertici delle nostre istituzioni.
Nelle parole intense e accorate della sua biografa ufficiale, Anna Vinci, ritroviamo tutto l’amore e la dedizione di chi ha colto l’essenza più profonda di Tina Anselmi ed è riuscita a farla risplendere nei libri e nei documentari dedicati all’opera di questa grande donna.
Ciao, Tina.
Grazie.
La Redazione di 
Antimafia Duemila

Archivi