Cusani e l’assalto dei laghi costieri

Cusani e l’assalto ai laghi costieri della Provincia di Latina.

Gli specchi d’acqua del lago Lungo e del lago San Puoto sono diventati ZONA URBANA nella “Carta provinciale dei suoli”.

Cusani, nei suoi progetti di voler “riqualificare” a tutti costi i laghi costieri, con il fine di costruirci dentro i porti, si porta avanti con il lavoro.

La Carta dei suoli segue i due precedenti strumenti di indirizzo, cioè il Piano Territoriale Generale Provinciale (P.T.G.P.) e il Piano di Coordinamento dei Porti della Regione Lazio del 1998 di Meta, mai approvato ma al quale tutti, compreso Cusani, vi fanno sempre riferimento.

Nell’obiettivo della “riqualificazione” provinciale dei laghi si progetta di abbattere il ponte “rosso” nel canale del lago di Paola e si sta facendo praticare lo sci nautico nel lago Lungo che prosegue dal 2005, pur se attualmente illegale. Lo sci nautico praticato nel lago Lungo espone l’Italia ad una infrazione comunitaria.

I laghi appartengono allo Stato e sono gestiti dalle Regioni, e non dalla Province.

Leggi l’articolo di Latina Oggi del 27 maggio 2009

Archivi