Criminalità nel cassinate: vertice alla regione Lazio

CRIMINALITA’ NEL CASSINATE:VERTICE ALLA REGIONE LAZIO CON LE COMMISSIONI PER LA TUTELA DEI CONSUMATORI E PER LA SICUREZZA E CRIMINALITA’

I riflettori sono tutti accesi.E questo rappresenta una vittoria anche della nostra Associazione che da tempo sta denunciando con forza la presenza mafiosa in provincia di Frosinone e nel Cassinate.

E’ stato il quotidiano “La Provincia” nelle settimane scorse ad aprire un ampio dibattito sul tema,dibattito al quale hanno partecipato in molti,compresa la “Caponnetto”.

Ma chi ha trasferito la trattazione del problema dal piano delle polemiche giornalistiche a quello istituzionale è stata- e di ciò gliene siamo profondamente grati- la Presidente della Commissione alla Tutela dei Consumatori della Regione Lazio Wanda Ciaraldi,la quale,congiuntamente alla Presidente della Commissione Sicurezza Luisa Laurelli,ha convocato una riunione alla quale hanno partecipato i Procuratori della Repubblica di Cassino Izzo, di Frosinone Gerunda e Di Bona,il generale dei Carabinieri in pensione Giuseppe Messina,il capo della Mobile della Questura di Frosinone Tatarelli ed il Segretario generale del SILP-CGIL Marco Galli.

Una stonatura per noi-ma ciò l’imputiamo sicuramente ad una dimenticanza-ha rappresentato l’assenza del Comandante della Guardia di Finanza.Noi abbiamo sempre riconosciuto a questo Corpo un ruolo insostituibile,in quanto,di fronte ad una mafia che non è più come una volta militare,ma,al contrario,soprattutto economica,è la Guardia di Finanza,fra i corpi di polizia,quella più attrezzata a svolgere un’azione di contrasto più adeguata.

Sarà per la prossima volta.

Ci ha fatto grande piacere il coinvolgimento del Generale Messina,al quale da anni noi della “Caponnetto” riconosciamo il merito di aver svolto,forse per primo,nelle province di Latina e Frosinone,un’azione durissima contro la criminalità organizzata.

Eguale piacere abbiamo provato per il V.Questore Tatarelli,valente investigatore e per il carissimo amico Marco Galli che abbiamo trovato sempre in prima linea.

Ognuno dei partecipanti ha fornito preziosissimi contributi sia alle Presidenti Ciaraldi e Laurelli che all’Assessore Traghetti,anche egli presente all’incontro.

La Presidente Ciaraldi ha preannunciato la presentazione alla Giunta della Regione Lazio di una mozione contenente tutti i suggerimenti raccolti durante l’audizione e l’invito al Presidente Marrazzo ad intervenire presso il Ministro degli Interni per l’istituzione di un tavolo permanente per la lotta contro la criminalità.

Forse, se la Presidente Ciaraldi avesse previsto il coinvolgimento, nella formazione del tavolo,oltrechè dei soggetti istituzionali( perché non ha invitato i magistrati della DNA e della DDA e i rappresentanti della DIA?),anche di quelli associativi-almeno quelli più rappresentativi,come i sindacati dei lavoratori e degli imprenditori,quelli dei commercianti e la “Caponnetto”-avrebbe ottenuto un risultato maggiore sul piano della raccolta di notizie e suggerimenti.

Associazione “Antonino Caponnetto”

Archivi