«Così funzionava la bisca clandestina di Zagaria, 300mila euro di guadagni ogni anno»

«Così funzionava la bisca clandestina di Zagaria, 300mila euro di guadagni ogni anno»

di REDAZIONE

CASERTA. Il pentito Generoso Restina documenta una serie di regali fatti dallo zio alle nipoti di Zagaria, in particolare riguardo la bisca clandestina «Ogni annio Luigi Diana veniva incaricato da Michele Zagaria di organizzare una bisca clandestina insieme al cognato, Raffaele Capaldo. Con questa operazione la famiglia Zagaria guadagnava, a dire di Michele circa 300 milioni prima del 2001 e trecento mila euro all’anno dopo l’entrata in vigore dell’euro». Così l’ex boss ora pentito Antonio Iovine in un verbale redatto dai magistrati Maurizio Giordano e Alessandro D’Alessio. «Michele Zagaria, alla mia richiesta di convogliare il denaro dei guadagni della bisca nella cassa del clan si oppose, dicendo che si trattava di una promessa che aveva fatto a sua sorella Beatrice a mo’ di ristoro di tutti i problemi che stava attraversando a causa delle inchieste giudiziarie»

14/12/2017

fonte:http://www.internapoli.it

 

Archivi