Cosentino, corruzione: ex sottosegretario condannato a quattro anni di carcere

Il Mattino, Mercoledì 22 Giugno 2016

Cosentino, corruzione: ex sottosegretario condannato a quattro anni di carcere

di Marilù Musto

Condanna a quattro anni di reclusione per Nicola Cosentino, l’ex sottosegretario all’Economia del governo Berlusconi, imputato per aver corrotto – stando all’ipotesi accusatoria della Procura – un agente della polizia penitenziaria interna al carcere di Secondigliano, casa circondariale dove l’ex politico è stato detenuto. Il dispositivo di sentenza è stato letto in aula alle 19 e 30 dalla presidente del collegio giudicante del tribunale di Napoli nord, dopo oltre tre ore di camera di consiglio. Per Cosentino sono state concesse le attenuanti generiche (l’imputato è incesurato e i fatti contestati non sarebbero stati ritenuti di eccezionale gravità),escluse dalla richiesta del pubblico ministero durante la requisitoria. Cosentino avrebbe corrotto l’agente Umberto Vitale, il quale lo favoriva in carcere attraverso l’introduzione non consentita di generi alimentari, capi d’abbigliamento e altri beni, come un Ipod.
I legali difensori di Cosentino hanno già anticipato che presenteranno appello alla sentenza dopo aver letto le motivazioni dei giudici. «Non contestiamo che siano stati introdotti generi alimentari non consentiti nella struttura detentiva – spiegano gli avvocati Stefano Montone e Agostino De Caro – riteniamo, invece, che non ci sia la prova della corruzione».

Archivi