Cosa sta succedendo a San Marino? Riceviamo dal Sig. Gaetano Cici e pubblichiamo:

Gaetano Cici risponde a Marco Arzilli:
San Marino Paese Collaborativo? solo se obbligato…
Giovedi 11 aprile 2013

Il Segretario di Stato all’ industria Marco Arzilli sa bene che ci sono gravi responsabilità da parte del Governo della scorsa e della presente Legislatura, dire “non faremo sconti a nessuno” è stato affermato nel comunicato stampa di ieri dopo il congresso di Stato e che ci sia stato un “monitoraggio sul territorio dal 2009”, sono affermazioni un po’ azzardate e bugiarde. Tutto quello che sta accadendo in queste ore lo sapevate già e non solo, eravate e siete a conoscenza di quanto è emerso sia dall’operazione Ghost Supplies che dall’operazione Titano ma nessuno è intervenuto a suo tempo, è sempre l’Italia a muoversi, San Marino collabora solo se obbligato. Nelle prossimi giorni, nelle prossime ore, su San Marino arriverà l’ennesima bufera, questa la più grande perché interessa l’attenzione di tutto il Territorio Italiano.

Basta raccontare favole…

Operazione Titano – Arzilli: “Paese collaborativo non faremo sconti a nessuno”

Mercoledì 10 Aprile 2013
“San Marino – ha affermato il Segretario di Stato Arzilli nella consueta conferenza stampa dopo il Congresso di Stato – su vicende come quella dell’Operazione Titano ha fatto da tempo una scelta chiara: la lotta senza tregua alla malavita, il monitoraggio costante delle attività sul territorio, la collaborazione con le magistrature e le polizie estere, la vigilanza della Banca Centrale, sono una realtà vera, effettiva. Il Governo già a suo tempo aveva messa in amministrazione coatta amministrativa FinCapital per evidenti distorsioni al suo interno. I nostri argini di controllo hanno funzionato. Volevano destabilizzare il Paese ma noi siamo intervenuti in tempo. La Repubblica di San Marino continuerà la sua collaborazione senza fare sconti a nessuno. Abbiamo messo in campo tutti gli strumenti possibili in funzione dell’antiriciclaggio. Questo Paese è diverso rispetto a qualche anno fa, dal 2009 si sono fatti grandi passi in avanti”.

Archivi