Cosa c’é di vero in tutto ciò ? Qualcuno sa risponderci?

Parentopoli a Gaeta, nuovi casi nelle assunzioni dalla Provincia

di 

gaeta comune

L’ombra della parentopoli sul Comune di Gaeta, ancora una volta. Questa volta strane parentele con attuali ed ex dipendenti in organico al Comune di Gaeta arrivano dalle assunzioni programmate e già approvate in giunta di personale dalla Provincia di Latina che sarà assorbito presso il comando di polizia locale. Dal quale comando, si ricorderà, arrivò la bufera di amici e parenti finiti primi nella graduataoria della prima prova scritta del concorso per le nuove assunzioni poi annullato a furor di popolo visti i troppo evidenti favoritismi. Stesso discorso per le consulenze d’oro pagate a Diva Stamegna, architetto nominato supporto al Rup e col papà membro della commissione paesistica.

Questa volta a beneficiare della consaguineità sarà anzitutto il nipote del neo dirigente all’ambiente Pasquale Fusco che alla polizia provinciale ha fatto addirittura il comandante. C’è poi una donna che di cognome fa Leccese, e non come il vicesindaco Cristian, ma come un ex dipendente del Comune di Gaeta: infatti è la figlia. Infine, anche se non c’è un rapporto di parentela, tra i cinque fortunati c’è anche Annamaria De Filippis, di Sperlonga, della quale abbiamo già parlato relativamente al centro per l’impiego di Formia, dove la donna era la responsabile fino alla pubblicazione di un nostro articolo sulla spartizione dei premi produzione. Rimpiazzata alcuni giorni dopo da Gerardo Stefanelli.

I cinque saranno assunti per un anno come previsto dalle norme che hanno fatto seguito alla legge di riordino delle province di Graziano Delrio. Una volta dentro, con tutta probabilità beneficeranno di proroghe o stabilizzazioni come già accaduto in passato. In ogni caso vanteranno una sorta di credito di priorità nell’ambito di nuove assunzioni a tempo indeterminato.

Archivi