Coronavirus, Lamorgese: “Prima il certificato antimafia e poi i soldi pubblici”

La Repubblica, 22 aprile 2020

Coronavirus, Lamorgese: “Prima il certificato antimafia e poi i soldi pubblici”

Protocollo d’intesa con la Sace per la documentazione sui beneficiari dei fondi. Una cabina di regia in ogni prefettura per i “reati-spia”

di ALESSANDRA ZINITI

I controlli saranno preventivi. Prima dell’erogazione degli aiuti di Stato bisognerà avere la certezza che i soldi non stiano finendo in mano alla criminalità organizzata. Sarà necessario esibire una completa certificazione antimafia per poter accedere ai fondi pubblici a disposizione delle aziende e delle imprese in difficoltà per la ripresa delle attività. Ad occuparsene sarà la Sace, la società del gruppo Cdp già operativa con la piattaforma “Garanzia Italia” a sostegno delle imprese che chiedono finanziamenti alle banche.

Il Viminale sta predisponendo un nuovo protocollo d’intesa con la Sace. Spiega il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese: “Gli appetiti criminali sfruttano l’attuale situazione economica tentando di inserirsi nell’economia reale anche in vista dell’arrivo di ingenti finanziamenti pubblici nazionali ed europei. Per questo ho dato impulso alla creazione di cabine di regia a livello provinciale, con la partecipazione di tutte le associazioni.” Nella fase 2, di riavvio delle attività economiche e imprenditoriali, è necessario “trovare un punto di equilibrio tra la tempestività delle erogazioni, che è fondamentale, e i relativi controlli che a mio avviso sono irrinunciabili. E’ prossimo il perfezionamento di un protocollo di intesa con Sace Spa per il rilascio della documentazione antimafia ai soggetti beneficiari di finanziamenti assistiti da garanzia pubblica”.

In ogni prefettura – ha spiegato il ministro – è stata creata una cabina di regia con il contributo di associazioni, imprese, mondo finanziario, per condividere tutti gli elementi ed intercettare le nuove dinamiche criminali con un’attenzione particolare ai reati-spia, indici di infiltrazione mafiosa, come estorsione, usura e riciclaggio.

Archivi