Contro le mafie, partecipate in migliaia alla manifestazione nazionale a Fondi del 25 settembre

L’ANTIDEMOCRATICO PARISELLA NON FERMERA’ IL POPOLO DELL’ANTIMAFIA

Ci è stato notificato alle ore 16,32 del 24 settembre, dal messo del Comune di Fondi, il diniego anche di Piazza IV Novembre per la manifestazione nazionale di lotta alle mafie che si svolgerà regolarmente domani, con inizio alle ore 17,00 in Piazza IV Novembre.

Il Sig. Parisella, senza alcun ritegno, continua a chiederci, attraverso la Dott.ssa Labbadia Celestina, f.f. di Dirigente delle Attività Produttive, di spostare in altro luogo, la manifestazione a cui parteciperanno migliaia di cittadini, a meno di 24 ore dall’inizio della stessa. L’arroganza e la mancanza di rispetto del diritto fondamentale, sancito dalla Carta costituzionale, di manifestare liberamente e pacificamente le opinioni, sono il costume di questo signore che, speriamo vivamente, ancora per pochi giorni, potrà definirsi sindaco della Città di Fondi.

Ricordiamo a tutti che il primo preavviso di diniego di Piazza Unità d’Italia era stato motivato dalla Dott.ssa Labbadia “per motivi di ordine pubblico”, senza alcun riferimento al concomitante svolgimento del convegno pediatrico che si svolgerà nella sala del castello Caetani; successivamente il diniego ufficiale è stato motivato facendo riferimento al famigerato regolamento comunale che vieta l’uso delle Piazze del centro città alle forze politiche. Il Comitato permanente di lotta alle mafie, in collaborazione con la Questura di Latina, ha individuato Piazza IV Novembre come migliore localizzazione della manifestazione, ed è lì che la terremo in modo civile e pacifico. Nessun divieto pretestuoso e liberticida fermerà il popolo dell’antimafie che domani sarà in piazza. I cittadini di Fondi e della provincia , insieme alle tantissime associazioni che da tutta Italia hanno dato la loro adesione all’iniziativa, daranno la migliore risposta all’arroganza di chi non ha rispetto principalmente per il ruolo che ricopre.

L’appello che rivolgiamo a tutti è di partecipare alla manifestazione con ancora maggiore convinzione, perché la lotta contro le mafie, per la legalità e la democrazia a Fondi e nel sud pontino , inizia il 25 settembre e continuerà fin quando l’ultima cosca ‘ndranghetista, camorrista o di Cosa nostra, non sarà debellata dal nostro territorio.

Lo sappiano il Sig. Parisella e i suoi residui consiglieri di maggioranza.

Fondi, lì 24 settembre 2009

p. Comitato permanente di lotta alle mafie

Bruno Fiore

Archivi