Continua l’opera di devastazione del territorio dell’isola di Ventotene e nessuno fa niente di serio per bloccarla

FINALMENTE IMPAZZANO LE POLEMICHE SUI MEDIA SUL MODO DI GESTIRE IL TERRITORIO SULL’ISOLA DI VENTOTENE

Finalmente si sta svegliando l’attenzione sul modo di gestire il territorio di Ventotene.

E aumentano di tono le polemiche dopo che è stata resa la volontà di realizzare un tunnel.

Il problema va visto in un quadro più generale che investe il modo di gestire il territorio.

E qui cominciano le dolenti note.

Ci saremmo aspettati, dopo il grave incidente che è costato di recente la vita a due povere ragazze romane in visita sull’isola, una riflessione ed un giudizio severo da parte degli organi competenti centrali.

Ed una svolta.

Invece, constatiamo che nulla è cambiato.

Oggi si parla di un progetto di realizzazione di un tunnel che sventrerebbe l’isola.

Un’isola già devastata da un abusivismo edilizio che non risparmia nessun’area.

Ma quello che indigna, a fronte di un’aggressione selvaggia senza fine, è l’inefficacia di qualsiasi azione delle forze dell’ordine locali e – consentitecelo – della Magistratura che non riescono a porre un freno ad un fenomeno che sta distruggendo una delle isole più belle del Mar Tirreno.

Che teniamo a fare, a questo punto, decine di uomini in armi su quel territorio?

Archivi