Consigliere comunale assunto come “consulente” all’Autorità portuale di Civitavecchia

Latina, 29 Marzo 2005

Alla Procura della Repubblica
CIVITAVECCHIA

Alla Procura della Repubblica
LATINA

Alla Procura Regionale della Corte dei Conti
ROMA

E’ ancora una volta l’Autorità portuale di Civitavecchia alla ribalta della cronaca. Dopo le… felici (per pochi fortunati) assunzioni di personale effettuate nei mesi andati a Gaeta a seguito di un concorso fatto senza uno straccio di programma-concorso che ha visto vincitori figli, parenti di Consiglieri comunali o di esponenti politici locali – ora la… fortuna ha baciato direttamente un Consigliere comunale assunto come “consulente”.

Si tratta di un avvocato civilista che si dice che sia, peraltro, autore di alcune iniziative giudiziarie contro lo stesso comune del quale è consigliere.

A sollevare il problema relativo alla nomina di “consulente” da parte dell’Autorità portuale sono stati in una recente seduta del Consiglio Comunale di Gaeta i consiglieri Damiano Di Ciaccio e Lucio Pavone.

Non esistono motivi di incompatibilità sia per quanto riguarda le attività giudiziarie contro il Comune che il nuovo ruolo di “consulente” dell’Autority, un Ente, cioè, che ha rapporti con lo stesso Comune?

Sono stati commessi reati di rilevanza penale o di altra naturà?

La Segreteria
Elvio Di Cesare

Archivi