CONFISCATO il tesoro da 40 MILIONI DI EURO dei fratelli Mastrominico. Ecco l’elenco dei beni che passano alla proprietà dello Stato.Sono nelle province di Caserta,Napoli,Latina.Frosinone,L’Aquila e Pisa

CONFISCATO il tesoro da 40 MILIONI DI EURO dei fratelli Mastrominico. Ecco l’elenco dei beni che passano alla proprietà dello Stato

Il decreto è stato eseguito dai carabinieri del Reparto Operativo di Caserta. I DUE IMPRENDITORI LEGATI A DOPPIO FILO AD ANTONIO IOVINE NON POTRANNO INOLTRE, LASCIARE SAN CIPRIANO PER I PROSSIMI DUE ANNI

CASERTA/SAN CIPRIANO D’AVERSA – Nella mattinata odierna i Carabinieri del Reparto Operativo di Caserta hanno dato esecuzione ad un decreto di confisca di beni mobili, immobili, società e rapporti finanziari, per un valore complessivo stimato di euro 40 milioni circa, nella disponibilità degli indagati:

–         Pasquale Mastrominico, nato a S. Cipriano d’Aversa il 30.01.1951;

–         Giuseppe Mastrominico, nato a S. Cipriano d’Aversa il 30.04.1958;

germani, imprenditori operanti nel settore dell’edilizia, già tratti in arresto in data 15.11.2011, poiché ritenuti responsabili di concorso esterno in associazione mafiosa, espressione del clan “dei casalesi” – fazione Iovine per l’assegnazione di appalti e commesse pubbliche.

Il provvedimento, notificato ad altri 18 soggetti, terzi intestatari dei beni, individuati tra perenti e soci dei Mastrominico, riguarda in particolare n. 12 imprese edili/immobiliari, n. 71 terreni agricoli, n. 3 fabbricati rurali, n. 44 appartamenti, n. 52 autorimesse, 8cantinole, n. 3 lastrici solari, n. 1 locale deposito industriale, n. 26 veicoli e n. 59 rapporti bancari ed investimenti, ubicati nelle province di Caserta, Napoli, Latina, Frosinone, L’Aquila e Pisa.

La confisca odierna scaturisce dall’iniziale proposta di applicazione di misura di prevenzione avanzata dalla Procura della Repubblica sulla scorta delle indagini patrimoniali svolte dal predetto Reparto Operativo e dal decreto di sequestro beni n. 83/12 del 22.01.2014 emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, eseguito 17.02.2014.

Con il medesimo provvedimento, il Tribunale di S. Maria Capua Vetere, ha irrogato a carico dei germani Pasquale e Giuseppe Mastrominico, anche la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per la durata di due anni.

PUBBLICATO IL: 9 febbraio 2017 ALLE ORE 19:00 

fonte:www.casertace.net

Archivi