CON L’ASSEMBLEA DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO DI IERI A ROMA CORONATI DA SUCCESSO I SOGNI DI QUANTI SOGNAVAMO DI FARNE UNO DEI PIU’ PRESTIGIOSI ED APPREZZATI SODALIZI DEL PAESE

 

 

Al dolore provocatoci dall’improvvisa scomparsa  di uno dei migliori e più combattivi nostri dirigenti,qual’é stato Benito Di Fazio,ieri a Roma si aggiunta la grande,commovente soddisfazione di vedere l’Associazione assurta ormai al livello di uno ,per non dire altro ,dei pochi  più qualificati ed apprezzati sodalizi antimafia del Paese.

Quando,con Benito  e due  altri amici fidati,seduti qualche anno fa ad un tavolino di un bar a Roma,abbiamo deciso  di arricchire  la nostra sigla con il motto  “Altro ed Alto”,abbiamo dimostrato di possedere  le capacità di  facili profeti.

Ne andiamo orgogliosi.

Forse oggi Benito ci sorriderà felice dal Cielo mentre accompagneremo nel pomeriggio il suo corpo alla sua ultima dimora nel cimitero di Sperlonga.

Il saluto ed il ringraziamento dell’Associazione Caponnetto glieli abbiamo tributati ieri all’Assemblea di Roma,la città nella quale in un grigio pomeriggio dell’autunno scorso abbiamo coniato, insieme, il motto di “Altro ed Alto”,un motto che parla da sè,che é l’immagine dell’Associazione Caponnetto,la sua carta  d’identità e che ne descrive plasticamente ruolo e programmi.

“Altro ed Alto”,che significa  autonomia  e lontananza assolute  da tutto e da tutti,partiti politici,gruppi e soggetti di affari,ciarpame di affaristi,parolai,gaglioffi di ogni genere,opportunisti,doppiogiochisti di bassa lega,cerchiobottisti di ogni natura.

Ci ritornano sempre alla memoria le parole di alcuni soggetti di un territorio del sud  che volevano assolutamente che l’Associazione Caponnetto la smettesse di continuare a fare le sue battaglie in piena solitudine e si………”alleasse” con altri ……………soggetti per fare eventualmente insieme a questi altri programmi di attività comuni,progetti e quant’altro,lautamente finanziati ovviamente……….

Li abbiamo costretti ad andarsene a gambe levate, insieme,nel tempo,ad eserciti di opportunisti,parolai,gente che si era avvicinata nella speranza di usare l’Associazione Caponnetto per trarne vantaggi o economici o politici.

Con il forcone fra le mani abbiamo cacciato schiere di individui abietti,anche camorristi patentati, che perseguivano obiettivi “altri” ,non conformi con quelli di un’associazione antimafia seria,libera  ed operativa dei cui  successi oggi andiamo fieri .

Orgogliosi fino alla commozione,come  é successo ieri in Assemblea quando i partecipanti sono stati messi tutti  informati di un’iniziativa messa in campo per il prossimo mese di ottobre e mantenuta finora  riservata per non danneggiarne l’organizzazione.

Un’iniziativa rivelatrice dell’altissimo  livello di stima e di rispetto di cui godiamo -grazie ai sacrifici,alle lotte ,ai prezzi altissimi pagati da pochi di noi,Benito,Romano,Gennaro,Paolo,Salvatore ,Bruno ,Enzo,Alfredo   e qualche altro caro/a  amico/a  nelle prime file  – ai livelli più alti del Paese.

Quando Alfredo Galasso,il nostro Presidente onorario,ci ha annunciato ,commosso e sorpreso , che non una sola persona di quelle da lui avvicinate si é rifiutata di aderire alle sue richieste dopo aver sentito il nome dell’Associazione Caponnetto,non siamo riusciti a trattenere  la nostra commozione.

Il coronamento,appunto,di sogni coltivati in anni di lavoro durissimo e pericoloso da un pugno di uomini che hanno sacrificato interessi personali e familiari per il bene di tutta la collettività,pur , purtroppo , per lo più sorda,  inerte e latitante  per il livello di ignavia e di omertà esistente nel Paese.

Si apre la “fase 2” dell’Associazione Caponnetto e si può cominciare a pensare al passaggio del testimone in quanto finalmente siamo riusciti,grazie al sacrificio di pochi,pochissimi purtroppo,fra i quali Benito,a selezionare una classe dirigente,fra i quali anche alcuni parlamentari ieri presenti all’Assemblea,di altissimo livello quanto a moralità ed anche capacità in tutti i sensi.

Persone “toste”,altamente motivate e qualificate nella vita non solo in territori limitati ma nell’intero  Paese,Parlamentari,Testimoni di Giustizia,altissimi dirigenti,combattenti di prima linea e non gaglioffi e quaquaracquà.

“Altro ed Alto” appunto!

Come abbiamo  sempre sognato ed agognato,come, talvolta ,insieme anche a  Benito, il quale inizialmente ,da tecnico qualificato,si limitava a guardare certe cose dal punto di vista professionale mentre noi lo  invitavamo  a guardare “oltre”,per individuare chi c’é “dietro” ,come deve fare sempre un buon dirigente di un sodalizio qual’é il nostro.

Ci siamo riusciti,con l’aiuto di Dio e fra non molto anche Benito,finalmente felice e soddisfatto, potrà dalla Sua nuova dimensione assistere alla raccolta dei frutti.

“Altro ed Alto”,il motto che, insieme, abbiamo coniato e che può consentire anche a chi scrive di cominciare,altrettanto felice e soddisfatto, a cedere il passo in previsione,anch’egli, di una diversa dimensione.

Arrivederci,Benito !

Archivi