Comunicato stampa Metropolis

I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno eseguito un
decreto di sequestro emesso dalla direzione distrettuale antimafia e
convalidato dal gip presso il tribunale di Napoli riguardante 92
unita’ immobiliari, sedi aziendali, rapporti finanziari e bancari e
societa’, per un valore conplessivo pari a 165 milioni di euro, il
tutto riconducibile ad un imprenditore campano indagato per estorsione
e trasferimento fraudolento di beni in concorso con altre 9 persone.

L’indagine ha permesso ai militari del Nucleo Investigativo di
castello di Cisterna di ricostrure il tenore di vita sproporzionato
dell’imprenditore nonche’ di ricondurre a lui le numerose societa’
sequestrate, risultate intestate a prestanomi ed in rapporti economici
con personaggi al vertice di sodalizi camorristici attivi in provincia
di Napoli.

Archivi