Comunicato Stampa Associazione Caponnetto.Fiamma Gialle al Comune su ordine della Procura di Larino

 

l’Associazione Caponnetto, attesi i recenti sviluppi per l’indagine sui PEU – Fondi del Terremoto per il Molise – prende atto dell’impegno profuso dalla Procura della Repubblica di Larino nell’accertamento dei fatti dedotti con proprio esposto curato dall’Avv. Roberto D’Aloisio   componente del Comitato Scientifico dell’Associazione Caponnetto.-

 

 

Il Segretario

dott. Elvio di Cesare

Cronache

Fondi terremoto, blitz della Guardia di Finanza in Municipio: acquisiti documenti e delibere

Due Fiamme Gialle si sono presentate prima dell’apertura degli uffici pubblici nel Comune di San Martino e hanno “blindato” l’edificio. I militari stanno prelevando atti, documenti, delibere soprattutto in relazione alla vicenda dei fondi sisma concessi per la ristrutturazione di alcuni locali di proprietà dell’assessore regionale Vittorino Facciolla. L’inchiesta è della Procura della Repubblica di Larino e segue l’esposto presentato da Oreste Campopiano circa la presunta illegalità dei benefici. Del caso si erano occupate, di recente, anche le Iene di Italia 1.

b24551.jpg

 

 

 

San Martino in Pensilis. Blitz della Guardia di Finanza di Termoli questa mattina nel Municipio di San Martino in Pensilis. Quattro volanti delle Fiamme Gialle, su ordine della Procura della Repubblica di Larino che coordina l’indagine, si sono presentate davanti agli uffici pubblici prima dell’apertura del Comune, intorno alle 7 e 30, e hanno “blindato” l’edificio. Militari in divisa e borghese sono entrati con il mandato di perquisizione per passare al setaccio, nei diversi uffici, atti e documenti di Giunta, delibere e determine. Acquisita un mole voluminosa di “carte” nell’operazione, che si è protratta per ore.

 

L’inchiesta riguarda la ormai nota vicenda dei fondi pubblici per la ristrutturazione di case terremotate acquistate da alcuni cittadini, ma soprattutto dall’ex sindaco Vittorino Facciolla, attuale assessore regionale all’Agricoltura e vice presidente della Giunta. Facciolla, che a San Martino è anche consigliere di maggioranza, ha beneficiato di 155mila euro di contributi pubblici per ristrutturare una casa in paese acquistata molti anni dopo il terremoto del 2002. Ne aveva diritto? E’ la domanda alla quale la Procura di Larino, che al momento ha iscritto diverse persone sul registro degli indagati come atto di prassi, deve dare una risposta.

 

 

Il caso era stato sollevato dall’avvocato Oreste Campopiano e riguarda la “sanatoria” fatta dal Comune di San Martino in Pensilis per legittimare l’erogazione di contributi pubblici ai nuovi proprietari di abitazioni lesionate dal sisma, secondo quella che si configurerebbe essere una violazione della norma fatta all’epoca da Michele Iorio «per evitare speculazioni».

 

 

Nell’esposto che Campopiano ha inoltrato alla Procura frentana si legge che Facciolla ha violato la normativa riscendo a ottenere un contributo consistente con l’avallo della Giunta comunale e del sindaco Massimo Caravatta, che invece ha sempre difeso loperazione ritenendola coerente con la interpretazione della normativa e con il parere della Protezione Civile che “estende” il beneficio economico ai nuovi proprietari di abitazioni.

 

 

 

Vittorino Facciolla ha acquistato per 50mila euro, per ampliare la sua abitazione in paese, tre locali lesionati dal sisma del 2002. «Per poter accedere ai contributi si è fatto autorizzare una sanatoria dal Comune in contrasto con la legge» è la denuncia di Campopiano.

 

Interpellato dalle Iene, trasmissione di Italia 1 che di recente ha mandato in onda una puntata dedicata, lo stesso Facciolla aveva dichiarato di aspettare fiducioso l’esito della magistratura. Magistratura che ora si è messa al lavoro per chiarire la vicenda dal punto di vista giudiziario. 

 

 

seguono aggiornamenti

(Pubblicato il 30/03/2017)


Archivi