Comunicato Isernia

 

 

 

 

 

 

Associazione Nazionale  per la lotta contro le illegalità e le mafie 

“Antonino Caponnetto”

“Altro” ed “Alto”

www.comitato-antimafia-lt.org                                 info@comitato-antimafia-lt.org

                                                                                   ass.caponnetto@pec.it

 

                                                                                    Tel. 3470515527

 

                                                                                    Roma,29.12.2016

 

 

                                                                

 

 

 

                              Comunicato Stampa

 

L’Associazione Antimafia A. Caponnetto esprime le più vive  perplessità per la  decisione  adottata dal Prefetto di Isernia di confermare la validità dell’autorizzazione in merito all’ entrata in funzione dell’impianto Autovelox di Macchia d’Isernia.  Come nostro compito statutario  analizzeremo  senza meno, anche con l’ ausilio del comitato scientifico della Associazione, tutta la documentazione inerente alla determinazione assunta, non escludendo a priori anche  la possibilità  di inoltrare  un nuovo esposto.  Allo stato non ci si può esimere dal lamentare  il metodo  operativo  della Procura di Isernia , da cui aspettiamo delucidazioni, in merito a ben due esposti, ufficialmente ancora in itinere, rispetto alle vicende connesse all’  impianto installato in  Macchia d’Isernia, presentati dalla struttura Molisana della Associazione,  in cui si chiedeva l’avviso , in caso di  richiesta di archiviazione , ai sensi dell’art 408 comma 2 del c.p.p.. codice procedura penale, che – secondo le intenzioni del legislatore –  rende partecipe i cittadini e le Associazioni, con facoltà  di intervento  nelle vicende giudiziarie di rilievo sociale . Peraltro, quello dell’ autovelox di Macchia di Isernia,   non è l’unico caso monitorato dalla Associazione; vi  sono, in realtà,  altri  esposti per  vicende afferenti   fatti  di rilievo anche penale di competenza della Procura isernina, da lungo tempo in fase di indagini,  su cui, dato il tempo trascorso e  tramite il legale dell’Associazione , chiederemo lumi nelle sedi opportune , ivi compreso il ricorso alla  Procura Generale  c/o la Corte di appello di Campobasso .Parimenti,  in merito alle vicende in esame,  questa Associazione , interesserà il proprio iscritto –  On Cristian Iannuzzi – affinchè presenti  una articolata interrogazione parlamentare al Ministri  della  Giustizia e dell’Interno onde chiedere un’ ispezione negli Uffici di Isernia.

                                                                                                                                                                                                                     LA SEGRETERIA  NAZIONALE

Archivi