COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO DOPO I GRAVI FATTI DI NAPOLI

L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO,NEL RIBADIRE LA SUA FERMA CONDANNA NEI CONFRONTI DEGLI AUTORI DELLA CRIMINALE AGGRESSIONE AVVENUTA IERI A NAPOLI AI DANNI DI UN RAGAZZO CARABINIERE MENTRE ERA TRANQUILLAMENTE IN MACCHINA CON LA SUA FIDANZATA,ESPRIME I SUOI SENTIMENTI DI VICINANZA E DI SOLIDARIETA’ AL PERSONALE TUTTO DELL’OSPEDALE “PELLEGRINI “ DEVASTATO DALLA FURIA DI UNA BANDA DI CRIMINALI CHE NON HANNO AVUTO RIGUARDO NE’ DELLE COSE NE’ DEGLI STESSI DEGENTI E DEGLI OPERATORI.

IL FATTO ASSUME UNA RILEVANZA MAGGIORE E PIU’ GRAVE SE SI TIENE CONTO DELL’EMERGENZA SANITARIA CHE STA ATTRAVERSANDO IL PAESE CON IL CORONAVIRUS.

L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO AUSPICA UNA SEVERA PUNIZIONE DI TUTTI GLI AUTORI DELLE INAUDITE VIOLENZE ,AI QUALI,OLTRE ALLE MISURE PREVISTE DALLA LEGGE PENALE,DOVRANNO ESSERE APPLICATE ANCHE QUELLE IN MATERIA DI RISARCIMENTO DEI DANNI MORALI E MATERIALI PROVOCATI.

LO STATO HA IL DOVERE DI ESSERCI E DI DIMOSTRARLO CON I FATTI.

LA STESSA ASSOCIAZIONE COGLIE ANCHE L’OCCASIONE PER RITORNARE SU UN ARGOMENTO CHE LE STA PARTICOLARMENTE A CUORE,QUELLO RELATIVO AD UN RISANAMENTO MATERIALE,MORALE,CULTURALE E SOCIALE DELLA CAPITALE DEL SUD E ,PIU’ IN GENERALE ,DEL MEZZOGIORNO DEL PAESE A MEZZO DI UNA “LEGGE SPECIALE” PER NAPOLI ED IL SUD CHE SI BASI SU QUATTRO ELEMENTI FONDAMENTALI :

-L’OCCUPAZIONE,

-LA SALUTE,

-LA SICUREZZA E LA VIVIBILITA’ DEI CITTADINI,

-LA CULTURA.

UNA LEGGE DA APPROVARE AD HORAS E NON FRA 4 ANNI CHE RICREI IN QUEI TERRITORI MARTORIATI DAI CLAN E DA UNA CULTURA MAFIOGENA LE PIU’ AMPIE CONDIZIONI DI VIVIBILITA’ CIVILE E DEMOCRATICA.

LA SEGRETERIA NAZIONALE DELL’ASS.A.CAPONNETTO

Archivi