Comune di Amantea, la Commissione d’accesso: “Legami tra amministratori e i clan”

Comune di Amantea, la Commissione d’accesso: “Legami tra amministratori e i clan”

“Sussistenza di concreti, univoci e rilevanti elementi su collegamenti diretti e indiretti degli amministratori con la criminalità organizzata e su forme di condizionamento degli stessi”. E quanto si legge nelle conclusioni della Commissione d’accesso del Comune di Amantea, in provincia di Cosenza, sulla base delle quali il 14 febbraio scorso il ministero dell’Interno ha sciolto l’assise comunale per 18 mesi per infiltrazione mafiosa. Dal lavoro dei Commissari, cominciato il 12 aprile scorso dopo la nomina del prefetto di Cosenza e terminato l’11 ottobre, emerge, come ricostruisce il Corriere della Calabria, che “tra gli esponenti dell’apparato burocratico dell’ente figurano persone vicine ad ambienti criminali per rapporti di parentela, affinità o frequentazioni”. Nella relazione, inoltre, si sottolinea “l’uso distorto della cosa pubblica” che “si è concretizzato nel favorire soggetti o imprese collegate direttamente o indirettamente ad ambienti della criminalità organizzata”. (Adnkronos)

03 Marzo 2020

Fonte:http://www.ildispaccio.it/

Archivi