Compravendite immobiliari a Gaeta: settore nevralgico della camorra. Presenze anche a via Catena?

CASALESI ANCHE A VIA CATENA A GAETA?

Ci sarebbero presenze di soggetti sospettati di collegamenti con ambienti casalesi anche a via Catena a Gaeta.

La notizia ci è pervenuta per le vie brevi ed è tutta da verificare.

Sarebbe, se vera, un’ulteriore dimostrazione dell’alto livello di occupazione del territorio da parte di soggetti criminali.

Gaeta è da anni indicata come una delle città più fortemente infiltrate dalla camorra del Basso Lazio.

La DNA e tutti gli organismi centrali investigativi e giudiziari ne hanno parlato e ne continuano a parlare.

Quello che inquietano, malgrado ciò, sono l’indifferenza ed il silenzio dei partiti politici locali e provinciali, oltreché dei sindacati dei lavoratori e degli imprenditori che ignorano completamente il problema anche in presenza di grosse operazioni economiche in corso che dovrebbero destare, invece, un allarme generale.

Ad ogni buon conto, invitiamo Carabinieri e Polizia di Stato a promuovere gli opportuni accertamenti relativi a questi sospetti di presenze casalesi a via Catena ed a monte della Flacca, dal Cimitero fino a S. Agostino.

La necessità di un’azione di monitoraggio di tutte le operazioni immobiliari avvenute e che stanno avvenendo (sarebbero in corso compravendite di unità immobiliari sempre da parte di persone sospette di origine campana anche nella zona di Gaeta Sant’Erasmo, in prossimità di alcuni noti locali in prossimità della Scuola nautica della GdF) è stata più volte evidenziata dalla nostra Associazione.

Archivi