Commissariato della Polizia di Stato a Gaeta. Va chiuso e va rafforzato quello di Fondi. Utilizziamo meglio le risorse

meno che ti possa capitare quando vai a toccare certi interessi consolidati e certe posizioni di privilegio è quello di essere definito “un pazzo”.

Quando ti va bene.

Se, invece, il discorso cambia e diventi pervicace nel sostenere certe tesi ed indicare della soluzioni, allora ti può capitare dell’altro.

Di peggio.

E’ il nostro destino.

A chi vuole comprendere i meccanismi, la struttura di “questo” Stato noi consigliamo sempre la lettura di “Toghe rotte” di Bruno Tinti, un ex alto magistrato che ben descrive come si è andato strutturando dalle origini “questo” Stato.

Uno Stato che non si capisce bene da che parte sta, della legalità o no.

Uno Stato che spesso predica bene e ancora più spesso razzola male.

In molte sue articolazioni.

Poi ci sono, sempre nello Stato, anche le persone perbene.

Giano bifronte; male e bene.

Sono anni che noi, cercando di individuare i mali che hanno consentito il radicamento delle mafie nel sud pontino e, più, in generale nella provincia di Latina, abbiamo acceso i riflettori sul funzionamento dei presidi di polizia locali.

E’ inutile che ci ripetiamo sulle cose dette e ridette sulla Guardia di Finanza in provincia di Latina e particolarmente nel sud pontino.

Bisognerebbe chiudere tutto e ricostruire dalle fondamenta.

Un tantino diverso è il discorso che riguarda i Commissariati della Polizia di Stato.

Bastano ed avanzano… i “risultati”…

Leggiamo spesso di certe richieste assurde per quanto riguarda la “scarsità di personale” operante.

Mancano uomini, dicono taluni.

Manca intelligence, rispondiamo noi.

Manca un’organizzazione razionale, un utilizzo serio delle risorse.

Che sta a fare il Commissariato a Gaeta quando ce n’è un altro ad appena 6 chilometri, a Formia?

Il Capo della Polizia ha chiesto mai di conoscere i risultati di quello di Gaeta dove quasi la metà del personale è costituito da gaetani?

Comodo davvero fare il poliziotto a casa propria!

Quel Commissariato, specialmente dopo l’andata via da Gaeta del Comando NATO, va chiuso ed il personale va spostato a Fondi dove c’è veramente bisogno.

A Gaeta basta la Compagnia Carabinieri, magari con qualche unità in più.

Diciamo cose da “pazzi”, Ministro Maroni?

Archivi