Comizio del segretario regionale della “Caponnetto” ad Amaseno (Frosinone)

26/07/2006

COMIZIO DEL SEGRETARIO REGIONALE DELLA “CAPONNETTO” NELLA PIAZZA DI AMASENO IN PROVINCIA DI FROSINONE

E’ stata un’iniziativa interessante, quella assunta dal Comitato delle Associazioni che sostengono la proposta di legge della Giunta Regionale del Lazio di istituzione del Parco dei Monti Musoni e del Lago di Fondi. Le Associazioni che fanno parte di tale Comitato sono:

“Antonino Caponnetto”, CGIL, Cibele, Legambiente dei comuni di Fondi, Monte San Biagio, Vallecorsa e della provincia di Frosinone, CISL, Città sostenibile, gruppi attivi WWF di Fondi e Terracina, Istituto Culture e Società, La Colomba, La Formica, Murales-Arci.

Nell’ambito delle iniziative assunte da tale Comitato tese a far comprendere a tutti i cittadini le finalità dell’istituendo Parco che interessa i territori di Comuni sia della provincia di Latina che di quella di Frosinone,

rientra, appunto, quella che di Amaseno di Sabato 22 luglio 2006, centro nella cui Piazza principale due rappresentanti del Comitato, Maria Petringa ed il nostro Segretario regionale Elvio Di Cesare, hanno illustrato ai cittadini le ragioni per le quali le Associazioni hanno deciso di battersi per l’approvazione da parte del Consiglio Regionale del Lazio della proposta di legge approvata dalla Giunta il 22 marzo 2006.

I due relatori hanno affrontato il problema, rappresentando due realtà diverse, partendo da angolazioni diverse: Maria Petringa, da quelle naturalistica ed ambientale; Elvio Di Cesare, da quella economica e della salvaguardia del territorio dall’attacco della speculazione edilizia della criminalità organizzata.

Il nostro segretario regionale ha illustrato ai cittadini di Amaseno i piani della camorra che, dopo essersi fortemente radicata nella piana di Fondi acquistando terreni sui quali sta tentando di investire i suoi capitali sporchi, tenta di fare la stessa cosa anche in altri comuni

Pontini e del frusinate, che, invece, saranno salvaguardati dall’attacco mafioso se la legge sarà approvata ed Il Parco dei Monti Musoni e del Lago di Fondi sarà una realtà.

Il Segretario della “Caponnetto” ha concluso il suo intervento invitando i partiti dell’attuale maggioranza alla Regione Lazio ad approvare senza ulteriori indugi la proposta di legge.

Un appello, quello della “Caponnetto”, al quale Marrazzo e la sua maggiorana dovranno rispondere al più presto, non ascoltando sirene e minacce provenienti dagli amministratori e dagli esponenti del centrodestra.

Archivi