Cominciano, dopo i “fatti“ che stanno emergendo nella Capitale e nel Lazio, ad essere chiare le ragioni per le quali nessuna amministrazione, di destra come di sinistra, regionale, provinciale e comunale, ha mai voluto inserire fra i membri delle varie Commissioni preposte ai problemi della legalità i rappresentanti dell’Associazione Caponnetto. Il Prefetto di Roma ora si sbrighi a nominare una Commissione di accesso agli atti del Comune di Roma!

COMUNICATO DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO DOPO I “FATTI” CHE STANNO EMERGENDO NELLA CAPITALE
ORA COMINCIANO AD ESSERE CHIARE A TUTTI LE RAGIONI PER LE QUALI NESSUNA AMMINISTRAZIONE, DI DESTRA COME DI SINISTRA, REGIONALE, PROVINCIALE O COMUNALE, HA MAI VOLUTO INSERIRE FRA I MEMBRI DELLE COMMISSIONI PREPOSTE AI PROBLEMI DELLA
LEGALITA’ I RAPPRESENTANTI DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO.
IL PREFETTO DELLA CAPITALE SI SBRIGHI A NOMINARE UNA COMMISSIONE DI ACCESSO AGLI ATTI DEL COMUNE DI ROMA.

Archivi