Come mai,malgrado arresti e confische,le mafie sono sempre più organizzate?Le colpe della politica.

12 MILA MAFIOSI ARRESTATI, SEQUESTRATI E CONFISCATI BENI PER OLTRE 40 MILIARDI DI EURO, MA LA CRIMINALITÀ È SEMPRE PIÙ ORGANIZZATARENATO SCALIA | 13 LUG 2015
Ogni giorno  capita di ascoltare o leggere notizie che parlano di importanti operazioni di polizia contro clan mafiosi. Decine e decine di arresti, oltre a ingenti sequestri e confische. I numeri fanno veramente paura, sono davvero impressionanti. Abbiamo deciso di analizzare i dati forniti dal Ministero dell’Interno e inseriti nelle relazioni al Parlamento sulle attività di contrasto alla criminalità organizzata nel quinquennio che va dal 2009 al 2013, per quantificare gli esiti di tutte queste operazioni.

Con l’azione investigativa, nell’arco di quei cinque anni, sono state  concluse 1.025 importanti operazioni contro la criminalità organizzata di tipo mafioso, concretizzatesi con  l’arresto di 11.585 persone. L’azione di contrasto ha consentito il sequestro di 75.550 beni per un valore complessivo di circa 30 miliardi di euro. Sempre nel periodo preso in considerazione,  sono stati confiscati 32.662 beni per un valore  di oltre 11 miliardi  di euro.

La prima cosa che viene in mente, dopo aver fatto le somme dei risultato eccellenti ottenuti dalle Forze di polizia, è come sia possibile che le mafie siano ancora così potenti. Stiamo parlando, infatti, di cifre imponenti, basti pensare che la finanziaria del 2014 è stata di 36 miliardi di euro, 4 in meno del totale dei beni confiscati e sequestrati alla mafia. Se poi prendiamo in considerazione i circa dodicimila mafiosi arrestati, non si può far meno di pensare che, probabilmente, il crimine organizzato, in Italia, è un vero e proprio esercito. Solo per fare un paragone, pensate che il personale del Corpo forestale dello Stato ammonta a circa 8 mila unità.

Oltretutto occorre tener presente che i dati appena snocciolati si riferiscono esclusivamente ai colpi inferti a cosa nostra, camorra, ‘ndrangheta e alla  criminalità organizzata pugliese. Le relazioni, all’epoca, non prendevano in considerazione la mafia romana. Errore “Capitale”, questo.

Le Forze di polizia e le Procure antimafia, in tutti questi anni, hanno inflitto colpi durissimi alla criminalità organizzata, eppure sembra che tutto ciò non sia servito a nulla. Sembra che la mafia non sia stata scalfita minimamente.

Gli investigatori, nonostante tutte le difficoltà che devono affrontare quotidianamente, continuano ad arrestatare i latitanti, ma chi latita veramente, in  questo  caso, è la politica. Come al solito si pensa che il problema possa essere risolto scaricando tutto sulle spalle delle Forze del’ordine.

Mai un provvedimento serio ed efficace. Solo parole, tanta fuffa e spot pubblicitari. E’ il caso recente del 416 ter. Dopo gli arresti di alcuni politici siciliani, il procuratore aggiunto Vittorio Teresi si è espresso sul  voto di scambio politico mafioso, così come lo ha pensato e modificato il governo lo scorso aprile.  “E’ una probatio diabolica”, ha tuonato il numero due della procura di Palermo, per spiegare quanto sia complesso per un pubblico ministero contestare il nuovo reato.

Poi, spesso e volentieri, ci si mettono anche taluni giudici, abili a smontare l’impianto accusatorio, derubricando  l’associazione di stampo mafioso (416 bis c.p.) in quella di associazione per delinquere (416 c.p.) . E’ un continuo stillicidio, soprattutto nelle regioni del centro e del nord Italia.  Roma, poi, ne sa qualcosa.  Anni e anni di lavoro degli investigatori vengono spesso vanificati da cavilli normativi o, in alcuni casi, da una mancata consapevolezza della gravità del fenomeno. Chi non ha mai lavorato, in prima persona, non si rende conto di come le mafie siano riuscite a penetrare anche nei territori che un tempo erano considerati “vergini”. Anche in questo caso, mafia Capitale docet.

ANNO 2009

Operazioni di polizia    271
Arresti    2463
Beni sequestrati    9680
Valore beni sequestrati    4.000.000.000 ϵ
Totale beni immobili sequestrati    3818
Aziende sequestrate    595
Beni confiscati    3244
Valore beni confiscati    1.400.000.000 ϵ
Consigli comunali sciolti    10

ANNO 2010

Operazioni di polizia    257
Arresti    3291
Beni sequestrati    21925
Valore beni sequestrati    9.117.065.255 ϵ
Totale beni immobili sequestrati    7529
Aziende sequestrate    1330
Beni confiscati    2524
Valore beni confiscati    1.595.201.424 ϵ
Consigli comunali sciolti    5

ANNO 2011

Operazioni di polizia    198
Arresti    2365
Beni sequestrati    16541
Valore beni sequestrati     6.943.678.328 ϵ
Totale beni immobili sequestrati    7969
Aziende sequestrate    1156
Beni confiscati    3588
Valore beni confiscati    1.945.352.930 ϵ
Consigli comunali sciolti    6

ANNO 2012

Operazioni di polizia    153
Arresti    1787
Beni sequestrati    13971
Valore beni sequestrati    4.784.123.584 ϵ
Totale beni immobili sequestrati    7476
Aziende sequestrate    829
Beni confiscati    4591
Valore beni confiscati    2.210.025.822 ϵ
Consigli comunali sciolti    24

ANNO 2013

Operazioni di polizia    146
Arresti    1679
Beni sequestrati    13433
Valore beni sequestrati    4.400.378.575 ϵ
Totale beni immobili sequestrati    5870
Aziende sequestrate    872
Beni confiscati    6645
Valore beni confiscati    3.990.992.371 ϵ
Consigli comunali sciolti    16

TOTALE

Operazioni di polizia    1025
Arresti    11585
Beni sequestrati    75550
Valore beni sequestrati    29.245.245.742 ϵ
Totale beni immobili sequestrati    32662
Aziende sequestrate    4728
Beni confiscati    20592
Valore beni confiscati    11.141.572.547 ϵ
Consigli comunali sciolti    61

Archivi