Civitavecchia: megacontravvenzioni alle ditte addette alla manutenzione del depuratore

Depuratore, i gestori nel mirino del Roan
 
06-09-2008 20:25
La guardia di finanza ha già elevato 100 mila euro di contravvenzione alle ditte appaltatrici  


CIVITAVECCHIA – Si profila una svolta nell´inchiesta scaturita dai miasmi provenienti dal depuratore di Fiumaretta, dopo numerose segnalazioni pervenute dai cittadini e da alcune parti politiche. L´indagine del Roan della Guardia di Finanza sul monitoraggio dell´impianto di depurazione e raccolta dei reflui infatti ha portato alle prime conclusioni, con pesanti sanzioni che non è escluso che possano sfociare in denunce. Nel mirino delle fiamme gialle sono finite le due ditte incaricate dalla Regione Lazio e dal Comune di Civitavecchia della manutenzione dell´impianto. A carico dei gestori infatti, sono state già elevate contravvenzioni per un totale di oltre 100 mila euro, considerando un danno erariale poiché le ditte appaltatrici della gestione e della raccolta dei reflui non avrebbero adempiuto totalmente agli impegni contrattuali, mentre l´inchiesta del Roan si starebbe allargando. Massimo riserbo da parte degli inquirenti, seppure, da una prima ricostruzione, sarebbe emerso che la scarsa attenzione nella gestione del sistema di raccolta dei liquami e la mancata manutenzione alle vasche di sollevamento, avrebbero determinato l´incanalamento di una grossa quantità di rifiuti, che non arrivando al depuratore, fuoriuscirebbero dallo scarico di sopralivello finendo DEPURATORE GUARDIA DI FINANZA (FOTO ROMANO)in questo modo a mare senza alcun trattamento. L´inchiesta potrebbe quindi portare ad una denuncia per disastro ambientale, mentre non si escludono responsabilità a carico di funzionari pubblici che avrebbero dovuto vigilare sulla corretta applicazione delle clausole contrattuali da parte delle ditte appaltatrici. Il mese scorso l´assessorato alle Manutenzioni, dopo le lamentele dei cittadini, mise mano al problema, riscontrando un cattivo funzionamento del gestore aerobico dei fanghi, causato da una insufficienza di aerazione della vasca connessa.

 

 

 

 

(da Civonline.it)

Archivi