Civitavecchia: 12 arresti per traffico di droga fra Civitavecchia, Roma, Teramo e Marcianise

Blitz della polizia: 12 arresti per droga

In manette otto civitavecchiesi tra cui una donna e tre pregiudicati bloccati a Teramo a Marcianise e nella Capitale. L’operazione denominata ‘‘Twelve wolves’’ è stata portata a termine dagli agenti del vicequestore Sergio Quarantelli. Sgominata una banda che gestiva un fiorente traffico di hashish e cocaina: in manette anche due imprenditori del posto

CIVITAVECCHIA – Traffico di stupefacenti: dodici arresti tra Civitavecchia, Roma, Velletri e Marcianise. E’ questo il bilancio di una vasta operazione denominata ‘’Twelve wolves’’ condotta dagli uomini del Commissariato di Civitavecchia al comando del vicequestore Sergio Quarantelli, in collaborazione con la settima Sezione Narcotici della Squadra mobile della Questura di Roma, con quella di Teramo e con il commissariato di Marcianise. Dopo otto mesi di indagine partita dagli agenti della città portuale a seguito di un controllo eseguito lo scorso aprile all’uscita dell’autostrada su un’auto sospetta proveniente dalla Capitale, era stato intercettato un vasto movimento di acquisto e vendita di hashish e cocaina, che ieri notte ha portato al blitz. Da quanto si è appreso, il personaggio di spicco dell’organizzazione, civitavecchiese, si sarebbe trasferito da tempo a Torvaianica, mentre dello smercio si sarebbe occupato un commerciante del posto. Oltre quaranta uomini del commissariato di polizia di viale della Vittoria hanno effettuato perquisizioni (sequestrati 35 grammi di hashish) ed eseguito le ordinanze di custodia cautelare (una in carcere, ndr) disposte dal Giudice per le Indagini Preliminari, Francesco Filocamo. Totale riserbo da parte degli inquirenti sull’identità delle persone fermate: si sa solo che buona parte di loro risulterebbero pregiudicati, mentre due sarebbero incensurati e legati all’imprenditoria. In otto, tra cui una donna, sono stati associati al carcere di Aurelia, sorte diversa per i due intercettati fuori dal territorio laziale. A Marcianise, provincia di Caserta, le manette sono scattate ai polsi del romano Maurizio Gattamelata, trentaseienne, dipendente di un ditta che sta eseguendo lavori nell’area di Sviluppo Industriale del comune campano. Nell’ambito dell’operazione antidroga, l’uomo è stato pedinato e bloccato dagli agenti sul posto di lavoro, prima di essere associato al carcere di Santa Maria Capua Vetere. Rimanendo su Civitavecchia, una delle persone fermate, sempre secondo le indiscrezioni trapelate, sarebbe stata bloccata presso la comunità di recupero ‘‘Mondo Nuovo’’. Proseguono le indagini affidate al sostituto procuratore Giuseppe Deodato della Procura della Repubblica del Tribunale di Civitavecchia.

(tratto da Civonline.it)

Archivi