Cittadini di gruppo A e cittadini di gruppo B. Ad Angela Napoli hanno ridato la scorta e noi abbiamo avuto piacere. Ma perché lasciano nelle fauci del leone Testimoni di Giustizia, giornalisti, esponenti di associazioni antimafia che tutti i giorni si espongono mettendo a repentaglio la propria vita e pagando prezzi amari???

Noi abbiamo avuto piacere che abbiano ridato la scorta ad Angela Napoli.
Ma la notizia ci ha dato al contempo gioia e tristezza perché il nostro pensiero è andato subito alle decine di persone perbene sparse per l’Italia che ogni giorno -e da tempo-mettono a repentaglio la loro vita per denunciare, nomi e cognomi, mafiosi, corrotti e servitori infedeli dello Stato.
Persone perbene completamente dimenticate da uno Stato patrigno che, mentre da una parte protegge i potenti e le persone famose come Angela Napoli, dall’altra lascia allo sbaraglio e nelle fauci del leone coloro che non sono né potenti nè famosi.
Quasi a voler dare l’impressione di non gradire che si denuncino mafiosi e corrott.
Pensiamo a Gennaro Ciliberto, a Valeria Grasso ed alle altre decine di Testimoni di Giustizia che non godono di alcuna protezione; pensiamo ai tanti giornalisti e responsabili di associazioni antimafia -di quelli che fanno nomi e cognomi e che non si limitano a parlare di cose e fatti generici! – ai quali la mafia l’ha giurata; pensiamo a tutti coloro che, per senso civico, si espongono ed espongono le loro famiglie, pagando prezzi amari.
Di tutti costoro nessuno parla, nessuno scrive, nessuno interroga.
Figli di un Dio minore.
Cittadini di gruppo A e cittadini di gruppo B…

Archivi