Cimitero di Gaeta. Lo gestisce il Comune o un privato? La Procura di Latina faccia luce.

*

Associazione per la lotta contro le illegalità e le mafie

“Antonino Caponnetto”

info@comitato-antimafia-lt.org www.comitato-antimafia-lt.org

Latina 30 maggio 2012

Alla Procura della Repubblica

LATINA

Morire a Gaeta ed essere sepolti nel cimitero di quella città,oggi,costa una tombola.

Fra acquisto di un loculo da parte di una Confraternita e tumulazione si debbono compiere le sette fatiche di Ercole.

Per acquistare il loculo bisogna passare dalle Confraternite,così come pure per la loro gestione.

Se,poi,il feretro non si riesce a portarlo entro le ore mattutine,esso deve essere depositato nella camera mortuaria ed aspettare la mattina successiva.

A meno che……….. i familiari della persona deceduta non decidano di rivolgersi ad una ditta privata ,allocata nei pressi del cimitero,la quale provvede,ovviamente a pagamento,a tutte le opere di tumulazione nelle ore pomeridiane.

Come a dire : se paghi vieni servito anche nel pomeriggio,altrimenti devi aspettare domattina.

Questo,in un cimitero di proprietà del Comune di Gaeta!

Corre voce che tale ditta privata faccia riferimento a qualche esponente politico locale.

A questo punto sono d’obbligo alcune domande:

1) è vero che la ditta in questione sia collegata,direttamente od indirettamente,ad un esponente politico?;

2) chi ha dato incarico a tale ditta di gestire in regime di monopolio i servizio di tumulazione ?

3) chi ha deciso tutto ciò?

4) quali sono i requisiti richiesti alla ditta per vedersi attribuire tale incarico?

5) È stata effettuata una regolare gara pubblica per l’attribuzione del servizio?

Risulterebbe che alcuni anni fa ci sarebbe stata un’inchiesta dell’A.G. relativamente alla compravendita dei loculi nel cimitero di Gaeta.

Tale notizie è fondata ?

In caso positivo,che fine ha fatto quella inchiesta?

Questa Associazione,alla luce di tutto quanto sopra,chiede che tale Procura della Repubblica disponga un’inchiesta per far luce su tutti gli aspetti sopraesposti.

IL SEGRETARIO REGIONALE

Archivi