«Ci minacciano, abbiamo paura», la denuncia dei ristoratori di Bitonto

«Ci minacciano, abbiamo paura», la denuncia dei ristoratori di Bitonto

Le indagini sulla baby gang del centro storico. Lo sfogo con la denuncia pubblica: «Non vogliamo più uscire»

18 Agosto 2022

Isabella Maselli

BARI – «Abbiamo paura ad uscire dopo tutte le minacce che abbiamo avuto. Minacce di incendio del locale, di non riaprire più il nostro ristorante, di non farci più vedere in giro e, la cosa più ignobile e spaventosa, minacce di morte. Ora temo per l’incolumità della mia famiglia». È lo sfogo, affidato ai social, dei titolari della norcineria nel centro storico di Bitonto che sabato scorso, intorno alla mezzanotte, sarebbero stati aggrediti da un folto gruppo di ragazzini.

Lo sfogo con la denuncia pubblica delle presunte minacce subite, non ancora formalmente denunciate alle forze dell’ordine, arriva mentre i carabinieri di Modugno continuano le indagini sulla presunta aggressione. Quel che è emerso fino a questo momento, ricostruito grazie alle dichiarazioni delle presunte vittime, al racconto di alcuni testimoni e alle immagini delle telecamere di videosorveglianza acquisite dai militari, è che potrebbe essersi trattato di un’aggressione come reazione ad un violento rimprovero. A tarda ora, cioè, dal ristorante sarebbe uscito uno dei titolari intimando al gruppetto di ragazzi, una ventina e tra loro diverse ragazze, di allontanarsi. Oltre al rimprovero il ristoratore avrebbe anche minacciato il gruppo con un oggetto, forse una mazza. La risposta del «branco» sarebbe stata l’aggressione: avrebbero accerchiato l’uomo colpendolo con calci e pugni. Poi avrebbero chiamato rinforzi, famigliari che abitano nella città vecchia, i quali avrebbero a loro volta risposto alle minacce subite dai loro ragazzi rompendo alcune suppellettili del locale, sedie e un tavolino. I militari, che in questi giorni hanno presidiato la zona, stanno ancora identificando i ragazzi, quasi tutti apparentemente minorenni, e acquisendo gli ulteriori elementi necessari a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e le eventuali responsabilità.

Nel frattempo la norcineria è rimasta chiusa e i titolari dicono di essere bersagli di continue minacce. «È stato scioccante, ancora più dei calci e dei pugni – dice uno di loro – , quando mi insultavano e applaudivano. Erano in tanti, veramente tanti, non ci penso minimamente di riaprire».
L’aggressione ha sollevato ancora una volta l’allarme baby gang nel territorio. Non solo a Bitonto, infatti, gruppi di ragazzini da mesi starebbero terrorizzando e aggredendo coetanei per derubarli o solo per attitudine violenta, tipica dei bulli. A Bari è solo di qualche giorno fa il provvedimento del daspo urbano disposto dalla Questura nei confronti di 3 minorenni per aver aggredito una coppia non binaria nel parco Rossani il giorno dopo il Pride.

Fonte:https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/bari/1354606/ci-minacciano-abbiamo-paura-la-denuncia-dei-ristoratori-di-bitonto.html

Archivi