Ci meravigliamo che ci sia ancora qualcuno… che si meraviglia!Bisogna passare dall’antimafia delle parole all’antimafia dei fatti, della DENUNCIA, aiutando forze dell’ordine e Magistratura

CI MERAVIGLIAMO CHE CI SIA ANCORA QUALCHE INGENUO CHE SI MERAVIGLIA…

Ci meravigliamo che ci sia ancora qualche ingenuo che si meraviglia quando viene negata la solidarietà ad un Prefetto dalla statura morale e professionale di Bruno Frattasi.

Ad un servitore dello Stato che ha fatto della lotta all’illegalità ed alla criminalità un suo tratto distintivo.

Ci meravigliamo che la gente, anche quella più informata ed avveduta, dimentichi le cose più importanti. Quelle che ci descrivono la situazione in cui viviamo, il degrado che ha investito da anni la provincia di Latina.

Ci siamo dimenticati della parole, pesanti come pietre, pronunciate dall’ex Presidente del TAR Dr. Bianchi nel suo discorso di commiato da una provincia, qual’è Latina, definita la… patria dell’illegalità?

Ci siamo dimenticati dei nomi degli esponenti politici dei quali si fa cenno nelle intercettazioni della “Formia Connection” o della “Damasco”?

Ci siamo dimenticati dei nomi dei politici indagati per sospetto di collusione con organizzazioni criminali?

Ci siamo dimenticati della.. solitudine in cui vengono costretti coloro, come noi, che si battono per cambiare il corso delle cose e tentare di ripristinare uno stato di vivibilità civile e democratica?

C’è qualcuno che, al di là delle parole, delle enunciazioni di principio, dei proclami, può affermare di aver fatto qualcosa di CONCRETO per combattere le mafie dilaganti?

Le mafie non si combattono con un’antimafia parolaia.

Bisogna passare alla fase della DENUNCIA, nomi e cognomi.

Non bisogna addossare tutto il peso dell’azione di contrasto alle sole forze dell’ordine ed alla magistratura.

Da sole queste non ce la fanno, anche perché meccanismi giudiziari farraginosi, mancanza di energie, di mezzi, di personale, non glielo consentono.

Ai giovani democratici di Formia ed a chiunque altro voglia seriamente impegnarsi a fare qualcosa, diciamo:

aiutateci, aiutamoci a vicenda, a scovare i mafiosi ed a farli arrestare.

Dovunque essi si annidino, nelle istituzioni, nella politica, nelle professioni.

Altrimenti, limitandoci alle parole, ai proclami e basta, nessuno ha titolo per lamentarsi!

Archivi