CHE VERGOGNA.GUARDATE COME VENGONO TRATTATI I TESTIMONI DI GIUSTIZIA

 

Associazione Nazionale  per la lotta contro le illegalità e le mafie

“Antonino Caponnetto”

“Altro” ed “Alto”

 

www.comitato-antimafia-lt.org                                 info@comitato-antimafia-lt.org

ass.caponnetto@pec.it

 

Tel. 3470515527

 

Roma,16.10.2017

 

Sen.Domenico Manzione

 

Ministero Interno

 

ROMA

 

 

Oggetto:Testimoni di Giustizia

coniugi Grasso Giuseppe -Franzè Francesca

 

 

 

Gentile Sottosegretario,

facciamo seguito alla precedente corrispondenza con il suo  predecessore Sen.Bubbico per rappresentarle la precaria situazione nella quale si sono venuti a trovare i due predetti Testimoni di Giustizia ai quali,dopo aver senza alcun motivo sospeso il pagamento dell’assegno mensile,il Servizio Centrale Protezione negherebbe anche  un’adeguata protezione.

Ai coniugi Grasso sarebbe stato ingiustamente imputato di essersi allontanati dalla località protetta  pur sapendo il  predetto Servizio che essi erano stati convocati a rendere testimonianza nei processi in Calabria a carico delle persone da essi denunciate.

Assolto ai loro obblighi ieri i predetti hanno fatto ritorno alla località loro assegnata ma hanno trovato il loro appartamento privato sia dell’energia elettrica che della fornitura idrica.

I predetti,pertanto,allo stato,oltre a non ricevere né il sussidio e né la protezione,sono privi anche di luce ed acqua.

Di tutto ciò  sono stati messi a conoscenza anche i Carabinieri del posto i quali hanno constatato il fatto.

Vogliamo pregarla vivamente di voler intervenire perchè il Servizio Protezione regolarizzi con la massima urgenza la situazione sia economica che logistica dei coniugi.

In attesa di un cortese cenno di assicurazione,la ringraziamo e distintamente salutiamo

 

IL SEGRETARIO NAZIONALE

Dr.Elvio Di Cesare

Archivi