Ceprano: attentato incendiario ai danni del Comandante dei Carabinieri. I Carabinieri sono impegnati, fra l’altro, in una lodevole azione contro le discariche di rifiuti perolosi da parte della camorra

Ceprano: attentato incendiario ai danni del Comandante dei Carabinieri

Scritto da Cesidio Vano Domenica 20 Novembre 2011 06: 36

CRONACA: FROSINONE

carabinieri casermaDivorate dalle fiamme, la scorsa notte, attorno all’una e mezza, le due autovetture di proprietà del comandante della stazione Carabinieri di Ceprano, Bruno Falena, che erano parcheggiate sonto l’abitazione del militare in via Franconi, vicino al popoloso quartiere di Montecitorio. Indagini a tutto campo degli inquirenti per accertare le origini dell’incendio.

Nessuna pista è esclusa: dal rogo accientale che da una delle due vetture abbia raggiunto ed interessato anche l’altra, all’atto vandalico o intimidatorio verso il sottufficiale dell’Arma.

Le indagini sono seguite direttamente dal Comando provinciale di Frosinone e della Compagnia di Pontecorvo. Gli investigatori al momento tengono le bocche chiuse e lavorano senza sosta per giungere in brevissimo tempo alla soluzione del caso.

Le due auto del comandante della locale stazione dei carabinieri sono state completamente distrutte dalle fiamme. Si tratta di una Panda e di una vecchia Punto che il comamdante parcheggiava sotto casa. L’incendio delle due vetture potrebbe anche essere stato un atto mirato a colpire proprio il comandante della stazione dei carabinieri di Ceprano che da sempre è fortemente impegnato nella prevenzione e repressione di furti, rapine, spaccio di droga ed anche di reati ambientali come nelle recenti operazioni concluse nei giorni scorsi.

Archivi