CECCANO: UNA DENUNCIA DI DOMENICO MAURA

CECCANO, CLIENTELISMO E DINTORNI.

Comune di Ceccano, settore servizi sociali anno 2006.

Dopo lo svolgimento della gara di appalto dei servizi sociali generali affidati dall’Ente, durata triennale, risulta aggiudicataria definitivamente la cooperativa KCS Caregiver di Bergamo. Assessore ai servizi sociali il sig. Umberto Terenzi della Rifondazione Comunista.

La cooperativa prima di iniziare a gestire i servizi, deve rimpiazzare numerosi operatori sociali che non hanno accettato il passaggio alla nuova cooperativa (circa una decina). Speranzosi in un lavoro, numerosi operatori sociali presentano la domanda di assunzione presso la KCS per essere assunti nei vari servizi. Il CAPITOLATO SPECIALE d’APPALTO specificava chiaramente che alcuni servizi come il centro per disabili e il centro socio-educativo per minori, necessitavano di personale con specifici requisiti. Tra questi, l’esperienza minimo triennale nel settore, specifici titoli di studio, comprovate capacità di lavoro ed altri ancora. Il sottoscritto, munito di tutti i requisiti richiesti (avendo lavorato una decina d’anni presso il centro sociale per disabili) unitamente ad altri operatori ha presentato domanda di assunzione. Dopo il colloquio preliminare, mi è stato detto “le faremo sapere noi”.  Ad oggi ancora aspetto risposte. Mi preme specificare che siamo a ridosso delle elezioni comunali. Dopo qualche mese, dopo le elezioni che hanno visto la conferma dell’attuale sindaco di Ceccano Antonio Ciotoli, con sommo stupore accerto che numerosi operatori sociali (molto conosciuti in città viste le esigue dimensioni della stessa) sono personaggi che si sono candidati nella lista di Rifondazione Comunista nelle appena trascorse elezioni. Non è solo questo il punto cruciale (visto che tutti abbiamo diritto al lavoro), il problema è che molti di loro non possedevano i requisiti richiesti (Ceccano non è grandissima, ci si conosce un pò tutti) per operare nei servizi ove erano stati collocati. Ecco allora che partono le segnalazioni al comune di Ceccano, circa le violazioni al Capitolato Speciale d’appalto. La cooperativa affidataria aveva di fatto autocertificato, nella dichiarazione sostitutiva rilasciata in fase di gara (art. 46 e 47 DPR 445/2000) , di “impegnarsi ad assumere personale qualificato, così come disciplinato dal CSA”. Il comune finge di non sentire e non vedere ed omette di espletare le verifiche su quanto dichiarato dalla cooperativa affiatarla della gara, prima dell’aggiudicazione (art. 71 del DPR 445/2000). Ecco allora che il consigliere comunale di rifondazione comunista Domenico Aversa, vista la gravita dell’illecito, richiede tutta la documentazione circa gli operatori impiegati dalla KCS. Niente da fare, nessun atto rilasciato da parte del segretario comunale. Addirittura il consigliere comunale è costretto a chiamare i carabinieri per vedersi consegnati i documenti. Ancora niente da fare. Successivamente, e fino ai giorni di oggi il problema è stato trattato da numerosi altri politici, sfociando in una richiesta di commissione consiliare protocollata dai consiglieri comunali Roberto Caligiore e Massimo Ruspandini (membri della stessa) nel Novembre 2007. La commissione avrebbe dovuto accertare i requisiti egli operatori impiegati dalla KCS per l’espletamento dei servizi sociali, ad oggi non è stata ancora convocata. Il sindaco di Ceccano, qualche tempo fa, riguardo tale gravissima questione di illegalità, si è limitato nel fare una comunicazione in consiglio comunale “ A PORTE CHIUSE” che naturalmente ci è sconosciuta.

Morale della favola, gli operatori sociali che non avevano diritto al posto di lavoro sono ancora impiegati nei servizi, e la cooperativa KCS Caregiver, ha già usufruito di qualche proroga dell’appalto….  Tutto questo in danno di molti operatori sociali che dopo aver conseguito titoli di studio in settori specifici, e dopo essersi specializzati con tirocini e stage d’ogni genere sacrificando prezioso tempo della loro vita, vedono occuparsi il posto loro spettante da un …barman.

Poco importa se vengono violati i Capitolati speciali d’appalto o le normative che li regolamentano, l’importante è stare con l’assessore….

16-9-09
Domenico Maura

Archivi