Ce l’abbiamo fatta

Mafia: M5S, non abbandoniamo i testimoni di giustizia

(ANSA) – ROMA, 13 GIU – “Finalmente, dopo mesi di solleciti,

sit-in sotto il Viminale ed interrogazioni parlamentari siamo

riusciti, assieme ad una delegazione di testimoni di giustizia,

ad avere un incontro con il Sottosegretario alla Presidenza del

Consiglio Graziano Delrio ed il Viceministro dell’Interno

Filippo Bubbico”. Cio’ e’ quanto dichiara il deputato del

Movimento 5 Stelle Cristian Iannuzzi dopo l’incontro tenutosi

nella mattinata di ieri a Palazzo Chigi.

“Abbiamo discusso della mancata ricostituzione della

Commissione Centrale per la definizione ed applicazione dello

speciale programma di protezione, a quasi quattro mesi

dall’insediamento del governo Renzi. Il mancato avvio dei lavori

di questa commissione – viene sottolineato – non permette una

organizzazione serena dell’esistenza di circa 80 testimoni di

giustizia, di 1200 collaboratori di giustizia e delle loro

famiglie. Col rischio evidente, che possa crollare l’intero

impianto accusatorio nei confronti della criminalita’

organizzata”.

“Il Viceministro Bubbico – prosegue – ci ha assicurato che

mercoledi’ 18 e’ fissata la prima riunione della commissione

centrale. Davanti al Sottosegretario Delrio, che ha tenuto a

scusarsi per i ritardi del governo, il Viceministro Bubbico ha

relazionato i presenti sulla messa a punto, da parte del

ministero degli interni, del decreto attuativo, che dovra’

disciplinare l’assunzione dei testimoni all’interno della

pubblica amministrazione”.

“Ci auguriamo – conclude il deputato 5 Stelle – che il grido

di dolore dei testimoni di giustizia che i portavoce M5S hanno

voluto portare nelle istituzioni, sia un chiaro avviso

all’esecutivo, che la lotta alla mafia, che passa anche per il

rispetto e la tutela di chi collabora e testimonia per la

legalita’, non puo’ permettersi ritardi o incertezze da parte

dello Stato”. (ANSA).

Archivi