Caso Montante: indagine chiusa, si va verso il processo

Caso Montante: indagine chiusa, si va verso il processo

Ventiquattro le persone coinvolte

25 Luglio 2018

di AMDuemila

La procura di Caltanissetta ha chiuso le indagini e ora rischiano il processo i 24 indagati nell’inchiesta che lo scorso 14 maggio ha portato in carcere l’ex presidente degli industriali siciliani, Antonello Montante, accusato di associazione a delinquere in concorso con esponenti delle forze dell’ordine che avrebbero costituito una rete per spiare l’operato dei pm. A dare la notizia questa mattina è stata Repubblica-Palermo.
Nell’ordinanza di custodia il Gip parlava di una tentacolare rete di rapporti”, un contesto di soggetti legati a doppio filo dallo scambio di favori funzionali”, di cui fanno parte sia gli indagati sia apicali esponenti delle istituzioni”, che hanno agito al fine di ostacolare le indagini” della procura. Può senz’altro dirsi – scrive il giudice – come ci si sia trovati innanzi ad una tentacolare rete di rapporti che dimostra la pervasività del contesto investigativo e sta a testimoniare il sistema di protezione che si è alzato attorno agli odierni indagati da parte di soggetti inseriti ai più alti livelli della Polizia, dei Servizi di informazione e sicurezza e dell’ambiente politico italiano”. Diversamente va verso l’archiviazione l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa: “L’iniziale ipotesi accusatoria non ha trovato alcuna conferma”, dicono i suoi legali, Nino Caleca Giuseppe Panepinto
Le indagini della Procura nissena sono state coordinate dai sostituti Stefano LucianiMaurizio Bonaccorso e dall’aggiunto Gabriele Paci. Montante, che si trovava nel carcere di Caltanissetta, da qualche giorno è stato trasferito nel reparto detenuti dell’ospedale Civico di Palermo. 
Resta ancora aperto il secondo troncone dell’inchiesta, sempre per associazione a delinquere, che oltre a Montante coinvolge l’ex presidente di Sicindustria Giuseppe Catanzaro, l’ex governatore siciliano Rosario Crocetta, gli ex assessori della sua giunta Linda Vancheri e Mariella Lo Bello e alcuni imprenditori.

fonte:http://www.antimafiaduemila.com/

Archivi