Carta: Imprezilla

* L’impresa Godzilla *

Un mostro, un’impresa Godzilla, anzi un’Imprezilla. Questo è il titolo di Carta settimanale in edicola da venerdì 1 maggio, su un bel disegno di un mostro meccanico che mastica terra e natura. Di Impregilo si è riparlato a proposito dell’ospedale dell’Aquila, e la magistratura indaga. Anche la magistratura di Napoli indaga, sulla lunga e dolorosa [per i cittadini] gestione di rifiuti. Per la Tav che perfora l’Appennino tosco-emiliano, al Mugello, invece, la magistratura ha già condannato Impregilo: i danni ambientali sono stati tanto gravi, che perfino in Italia sono diventati un reato. Sull’enorme ritardo dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria la mega-impresa di costruzioni non ha pagato dazio, e neppure per le inchieste sulle infiltrazioni mafiose. Sul Ponte di Messina è in attesa fiduciosa degli appalti, che invece ha ottenuto per il Passante di Mestre, per il Mose di Venezia e per la futura Pedemontana, l’autostrada killer del lombardo-veneto. Si potrebbe continuare a lungo. E che dire delle «grandi opere» già realizzate in giro per il mondo o che pendono come una minaccia? Un tempo proprietà della Fiat, poi della famiglia Romiti [i due figli di Cesare sono sotto inchiesta a Napoli], oggi Impregilo appartiene – con quote del 33 per cento ciascuno – a Benetton, Ligresti e Savio. Mancano solo Caltagirone e De Benedetti, e il panorama sarebbe completo. Sono loro, i padroni del vapore [del cemento e dell’asfalto], sempre gli stessi, che decidono di fatto quella che i politici chiamano «politica delle infrastrutture», la spina dorsale del paese, quel che gli permetterebbe di «competere» e di «crescere».
http://www.carta.org/rivista/settimanale

1. La metropoli con la mascherina
2. L’isola degli stilisti
3. Dichiarati Clandestino
4. Carta della democrazia insorgente
5. Musica in Carta per l’Abruzzo
6. Primo maggio contro la crisi

* 1. La metropoli con la mascherina *

La paura per l’influenza suina dilaga in Messico, anche dove non ci sono stati casi di febbre. Le strade di Città del Messico sono piene di mascherine e militari.
http://www.carta.org/rivista/settimanale

* 2. L’isola degli stilisti *

Il tessile è uno dei settori su cui si è abbattuta in modo più violento la crisi. Ma nella città della moda, Milano, ci sono laboratori come «Isola della moda» che propongono uno stile indipendente, tra autoproduzione e riciclo.
http://www.carta.org/rivista/settimanale

* 3. Dichiarati Clandestino *

A chi chiede a cosa serve un giornale «clandestino» come Carta, la nostra risposta è che essere «clandestini» è sempre più una condizione generale. Ma Carta è un giornale «clandestino» non solo nel senso che si occupa di ciò che avviene sotto i radar orbi dei grandi media, ma perché è esso stesso minacciato. Il razzismo non è gratis: la democrazia è di tutti o non esiste. Il governo che dà la caccia ai migranti vuole uccidere le cooperative indipendenti come Carta. Nel 2008 abbiamo ottenuto un rinvio della sentenza capitale, ma il 2009 è l’anno in cui dobbiamo trovare il modo di sopravvivere anche senza i soldi dello Stato. Dunque, non possiamo che invitarvi a dichiararvi clandestini disobbedendo alle leggi razziste e abbonandovi a Carta.
120 euro costa l’abbonamento annuale, 200 quello biennale o un doppio abbonamento [se lo regalate a qualcuno], 70 euro il semestrale.
Con carta di credito su bottega.carta,org; ccp 16972044; cc bancario Iban IT85 D050 1803 2000 0000 0110 440.
abbonamenti@carta.org tel. 0645495659.
http://bottega.carta.org/index.php?main_page=index&cPath=4

* Agli abbonati [anche semestrali] in regalo in esclusiva un film straordinario *
http://bottega.carta.org/index.php?main_page=page_3

* Acquista la maglietta Clandestino *
http://bottega.carta.org/index.php?main_page=product_info&cPath=7&products_id=174

* Auto-censimento antirazzista permanente. Ecco tutti gli indirizzo *
http://www.carta.org/campagne/migranti/17269

* 4. Carta della democrazia insorgente *

Nel nuovo numero pubblichiamo un documento, una proposta di Carta, Cantieri sociali e molti amici: cos’è il regime politico nel quale viviamo, e come si può costruire una democrazia dell’eguaglianza adeguata ai tempi?
http://www.carta.org/rivista/settimanale

* 5. Musica in Carta per l’Abruzzo *

L’Associazione AnimaMundi presenta per la rassegna «Musica in Carta» una serata a sostegno della Rete di coordinamento per l’Abruzzo «3e32», che si svolge presso la sede di Carta, via dello scalo San Lorenzo 67, giovedì 30 aprile dalle 21. Il concerto di Dario Muci è preceduto dalla proiezione del film-documentario «Jetoj – Vivo di Ervis Eshja» di Mattia Soranzo che racconta attraverso le parole di una dei sopravvissuti, Krenar Xhavara, la sera del 28 Marzo 1997 quando un´imbarcazione carica di migranti affonda nel Mar Adriatico in seguito alla collisione con una nave della Marina Militare italiana. Il ricavato della serata sarà devoluto al coordinamento 3e32 che si propone di mettere in rete i comitati cittadini e le associazioni sorti a L’Aquila in seguito al sisma del 6 aprile scorso [http://www.3e32.com].
http://www.carta.org/agenda/evento/7372

* 6. Primo maggio contro la crisi *

Il Primo maggio dei precari e dei lavoratori invisibili si diffonde in tutto il Vecchio Continente attraversato da una crisi economica devastante. Anche in Italia – a Milano, Palermo e Roma – manifestazioni sonore, sfilate di carri allegorici e incursioni nelle piazze dei sindacati ufficiali per reclamare «un reddito garantito e nuovi diritti, oltre la frontiera del lavoro tradizionale».
http://www.carta.org/campagne/precariato+e+lavoro/reddito/17325

Archivi