Capaci, sul caso Conigliaro il Gip ordina nuove indagini

Capaci, sul caso Conigliaro il Gip ordina nuove indagini

AMDuemila 03 Luglio 2021

Il gip Piergiorgio Morosini ha respinto la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura di Palermo nei confronti dei sottufficiali dei carabinieri Salvatore Luna e il cognato Andrea Misuraca, consiglieri comunali di Capaci, accusati di calunnia, ed ha ordinato nuove indagini per chiarire alcuni aspetti su un dvd anonimo che ha portato all’incredibile accusa per diffamazione nei confronti del luogotenente della Dia, Paolo Conigliaro (il processo è in corso davanti al Tribunale militare di Napoli).
Una vicenda assurda se si pensa che proprio Conigliaro, ex comandante della stazione di Capaci dal 2013 al 2018, ha denunciato in Commissione antimafia di aver
redatto una proposta di scioglimento del Comune per presunte infiltrazioni mafiose” chenon è mai stata inoltrata dal comando provinciale dei carabinieri di Palermo al prefetto, per il suo vaglio” in un contesto che sarebbe collegato al sistema affaristico mafioso messo in piedi dal paladino della legalità, Antonello Montante.
Nelle nuove indagini disposte dal Gip saranno sentiti il colonnello
Angelo Coluccello, del comando provinciale di Palermo e il maggiore Alberto Tulli. Il giudice ha chiesto di sentire il primo sulla relazione di servizio redatta il 24 maggio 2018 sulle registrazioni audio diffuse a favore di Luna; il secondo verrà interrogato sulla sua annotazione di polizia giudiziaria del 6 giugno successivo relativa all’analisi del dvd inviato anonimamente agli investigatori che conteneva le chat tra cinque carabinieri che accuserebbero Conigliaro. La notizia è stata riportata oggi da Il Fatto Quotidiano.
Come scritto in precedenza Conigliaro è tuttora sotto processo davanti al Tribunale militare di Napoli con l’accusa di diffamazione per avere diffuso espressioni ritenute diffamatorie in una chat privata di cinque persone. Ma va comunque ricordato che per lo stesso reato il tribunale ordinario ha disposto l’archiviazione e una perizia della difesa ha dimostrato la manipolazione informatica della chat.

Fonte:https://www.antimafiaduemila.com

Archivi