Cantone e il comma cancellato:«L’Italia è il Paese di Masaniello».UNA MANINA HA CANCELLATO LA NORMA CHE CONSENTIVA ALL’ANAC DI INDAGARE SENZA ASPETTARE LA MAGISTRATURA. DI CHI E’ QUELLA MANINA?’?????????????????????……………………………..INDOVINATE UN PO’!!!!!!!!

Il Mattino, Lunedì 24 Aprile 2017

Cantone e il comma cancellato:«L’Italia è il Paese di Masaniello»

«L’Italia è il paese di Masaniello e io spero di non aver vissuto né la polvere né gli altari. Il mio antidoto è la normalità e la famiglia». Lo ha detto il presidente dell’Anac Raffaele Cantone durante la registrazione del Faccia a Faccia di Giovanni Minoli in onda stasera alle 22,30 su La7 intervenendo sulla cancellazione del comma che gli attribuiva poteri di intervento sugli appalti sospettati di irregolarità.

«È stata una rivoluzione copernicana solo che si è fatta retromarcia su molte cose e non si è data la possibilità di attuare il codice. Credo che fosse una buona riforma e il fatto di andare avanti e indietro è un classico del nostro Paese. Ci sono tante opere incompiute. Il problema vero è che qualcuno ha pensato che bisogna fare realizzare opere pubbliche per smuovere l’economia non perchè davvero servono. E non smuovono nulla» ha proseguito Cantone.

«La Rai è stato il mio più grande insuccesso e mi pesa. Abbiamo ricevuto risposte formalistiche sulle assunzioni e in audizione Campo Dall’Orto ha risposto in modo parziale. Abbiamo trasmesso l’informativa alla Procura della Repubblica che sta indagando» ha aggiunto.

«Non si può impedire a un magistrato di fare politica» anche se le modalità «vanno regolamentate in maniera chiara ma credo che non si posso impedire a un magistrato di fare politica perchè rappresenterebbe una violazione di un diritto». Cantone, inoltre, ‘promuove’ la riforme delle nomine fatta dal Csm sottolineando che «spesso il Csm si è occupato di fare altro. L’ultimo Csm ha fatto delle riforme sul criterio di nomine che vanno nella giusta direzione». Sulla legge per la confisca dei beni, Cantone suggerisce di «correggere la destinazione», a suo avviso la normativa «ha funzionato ma manca una legge sulla destinazione che non è stata ancora corretta».

«Non è una lotta tra procure», così, infine, il presidente dell’Anac sul caso Consip. «Se le procure controllano fino in fondo la polizia è una garanzia per i cittadini», ha aggiunto Cantone durante il Faccia a Faccia di Giovanni Minoli in onda stasera alle 22,30 su La7 del quale sono state rese note anticipazioni.

Archivi