Camorra: testimone giustizia a Renzi, non sia complice di istituzioni indifferenti

VERGOGNA!!!

Roma. Un appello al presidente del Consiglio Matteo Renzi affinché “non rimanga complice di incuria di Stato con chi per lo Stato e per la legalità ha perso tutto sotto gli occhi indifferenti ma conniventi delle istituzioni” è stato lanciato, in vista della visita del premier il 14 agosto a Napoli, da Luigi Coppola, commerciante di Pompei che negli anni scorsi ha denunciato i camorristi che gli imponevano il pizzo.
Qualche giorno fa Coppola, in una missiva indirizzata al viceministro dell’Interno e presidente della Commissione centrale per i testimoni di giustizia Filippo Bubbico, ha denunciato le condizioni di vita della sua famiglia: “Sopravviviamo in un pagliaio e siamo libero bersaglio di coloro che ho fatto condannare – scrive Coppola – alcuni hanno scontato la pena e sono liberi di agire nell’illegalità contro di me”.
“Mentre lei verrà a Pompei per visitare ciò che l’incuria e la collusione con la criminalità ne hanno fatto il sito archeologico più deturpato al mondo – scrive nella missiva rivolta a Renzi – dimostri di essere quello che dice di essere, dimostri che lei è anche vicino a chi ha combattuto la camorra e che ora è messo male, peggio degli scavi di Pompei, venga a vedere il mio stato e quello della mia famiglia faccia questa utile passerella, dimostri di essere quel che dice uno per il cambiamento”.

http://www.antimafiaduemila.com/2014081150894/cronache-italia/camorra-testimone-giustizia-a-renzi-non-sia-complice-di-istituzioni-indifferenti.html

Archivi