Camorra, stangata sul clan D’Amico: oltre 5 secoli di carcere ai ‘fraulella’ del Conocal. TUTTE LE CONDANNE

Camorra, stangata sul clan D’Amico: oltre 5 secoli di carcere ai ‘fraulella’ del Conocal. TUTTE LE CONDANNE

17 Luglio 2019

Oltre cinque secoli di carcere, cinque assoluzioni e nessun ergastolo per gli oltre 70 imputati del maxi blitz “Delenda” che tre anni fa ha smantellato il potente clan D’Amico “Fraulella” del rione Conocal di Ponticelli. E’ la decisione arrivata dai giudici sella sesta sezione della Corte di Appello di napoli che ha quasi confermato del tutto con piccoli sconti al ribasso le condanne rimediate dai 64 imputati nel processo di primo grado che si era svolto con il rito abbreviato. Le pene più pesanti sono arrivate per i due mandanti dell’omicidio di Alessandro Malapena, ovvero i boss Giacomo “Fraulella” D’Amico e il cognato Salvatore Ercolani “Chernobyl” condannati a 20 anni di carcere insieme con Antonio e Carla D’Amico. Pene pesanti anche per i quattro pentiti soprattutto per Giovanni Favaloro condannato a 14 anni e e 2 mesi. Il blitz dello scorso anno e il conseguente processo è nato grazie a una microspia piazzata nell’abitazione della donna boss Nunziata D’Amico “a’ passulona”(poi uccisa il 10 ottobre 2015), sorella dei boss Antonio e Giuseppe e moglie di Salvatore Ercolani e una telecamera piazzata al centro del rione piazza di spaccio. Si era scoperto come lei e la cognata Anna Scarallo (moglie di Antonio D’Amico) avevano assunto le redini del clan dopo l’arresto dei coniugi e dei cognati Salvatore Ercolani  e Ciro Perrella. Gli investigatori agli atti dell’indagini hanno allegato i filmati di centinaia di episodi di spaccio in cui sono coinvolti anche minorenni e addirittura bambini. All’inchiesta hanno contribuito i numerosi collaboratori di giustizia che hanno raccontato anche di alcuni omicidi dello scontro con i De Micco “Bodo”.

Fonte:https://www.cronachedellacampania.it/

Archivi