CAMORRA & MAZZETTE. Arrestato ancora una volta l’imprenditore di Casal di Principe Raffaele Pezzella. Tangenti a un Presidente di una Provincia

CAMORRA & MAZZETTE. Arrestato ancora una volta l’imprenditore di Casal di Principe Raffaele Pezzella. Tangenti a un Presidente di una Provincia

24 Novembre 2021 – 21:59

CASAL DI PRINCIPE – Raffaele Pezzella proverà di nuovo a tentare la carta del Tribunale del Riesame per scampare ad una lunga detenzione, visto che oggi è stato arrestato per ordine di un gip del tribunale di Benevento, su richiesta della direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

Nell’estate del 2020 girò bene la ruota della fortuna per questo imprenditore di Casal di Principe con fortissimo radicamento nel Comune di Teverola e  in tutti quelli in cui è stato il ben conosciuto ingegnere Gennaro Pitocchi, vero creatore di tante fortune, soprattutto delle sue e che, girando in tantissimi Comuni dell’agro aversano e del nord napoletano ha presieduto e determinato centinaia e centinaia di gare d’appalto creando anche un rapporto strettissimo con l’ex sindaco di Teverola, Biagio Lusini, oggi consigliere di minoranza solo sulla carta visto che detta letteralmente legge visto che il sindaco in carica è solo una figura secondaria e del tutto complementare.

Nell’estate 2020, anche grazie ad un’ indagine piena di falle, di carenze e di incongruenze, che questo giornale analizzò e rappresentò una per una, Raffaele Pezzella, unitamente all’ex dirigente dell’amministrazione provinciale di Caserta, Alessandro Diana, ugualmente di Casal di Principe e ad altri indagati riuscì ad ottenere una rapida scarcerazione, ci pare dai domiciliari, in quanto il Tribunale del Riesame sancì la non sussistenza di gravi indizi di colpevolezza.

Stavolta, verrebbe da dire, da un’ amministrazione provinciale all’altra. Raffaele Pezzella è stato riarrestato stamattina sempre con la stessa accusa: corruzione. Stavolta però gli viene contestato insieme a un altro imprenditore il reato di concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso ai sensi dell’articolo 416 bis del codice penale. Schema speculare. Stavolta il terminale della corruzione sarebbe stato il presidente dell’ amministrazione provinciale di Benevento, Antonio Di Maria, personaggio molto noto e dotato di un peso specifico che va ben al di là della provenienza, visto che la famiglia Di Maria è di Santa Croce del Sannio, micro comune della Valle del Tammaro. Come è noto Raffaele Pezzella viene da tempo definito dai magistrati inquirenti della DDA come un imprenditore contiguo al clan dei casalesi in particolare alle famiglie Schiavone e Russo.  Una contestazione, quella mossa nei confronti di Raffaele Pezzella basata anche sulle dichiarazioni da noi più volte pubblicate del collaboratore di giustizia Antonio Iovine detto o’ ninno il quale  ha raccontato di un incontro, organizzato con il Pezzella d’intesa con l’altro boss Michele Zagaria. 

Fonte:https://casertace.net/camorra-mazzette-arrestato-ancora-una-volta-limprenditore-di-casal-di-principe-raffaele-pezzella-tangenti-a-un-presidente-di-una-provincia/

 

 

Archivi