Camorra, il boss al figlio di 5 anni: «Prendi la pistola e spara ai carabinieri»

Il Mattino, Martedì 19 Febbraio 2019

Camorra, il boss al figlio di 5 anni: «Prendi la pistola e spara ai carabinieri»

di Mary Liguori

La camorra si tramanda di padre in figlio. E più tenera è l’età dell’apprendista, più possibilità di farne, un domani, un criminale, è concreta. Sembra saperlo bene uno degli indagati che impartisce lezioni di crimine al figlio di cinque anni. I carabinieri eseguono una perquisizione in casa di Antonio Puoti e il piccolo si spaventa. La mamma lo racconta al papà e Puoti parte con l’ammaestramento. «Sono venuti i cornuti, figli di p…. giù e ti metti paura?». «Sì», risponde il bimbo. «Tu adesso scendi giù a babbo, hai capito? Se no babbo si incazza! Tu lo sai dov’è la pistola, prendi la pistola e spara ai carabinieri e dici che è stato babbo. Sono loro che devono avere paura di te, non tu di loro, se loro ti danno fastidio – spiega – babbo ti fa vedere di cosa sono in grado le sue azioni… Io nella mia vita ho sempre fatto il ladro e il mafioso». «Loro – conclude riferendosi ai carabinieri – contano quanto il re alla briscola: niente».

Archivi