Camorra anche a Borgo Podgora, sulla strada che da Latina porta a Cisterna ed ai Castelli romani. Attenti! E non aspettate che arrivino sempre la DDA e la DIA di Napoli!

CAMORRA ANCHE A BORGO PODGORA, SULLA STRADA CHE DA BORGO PIAVE A LATINA PORTA A CISTERNA E VELLETRI

Borgo Podgora, popoloso borgo sulla strada che da Latina porta a Cisterna e Velletri.

Storicamente a forte insediamento veneto, da qualche tempo, però, abitato da gente venuta da tutte le parti d’Italia, anche dalla Campania.

Qualcuno molto tempo fa ci aveva parlato molto vagamente di alcune presenze campane “sospette”.

E noi ne parlammo con un nostro amico, purtroppo scomparso da alcuni mesi, il carissimo Don Giovanni Lerose, Parroco appunto di Borgo Podgora, un prete molto aperto e sensibile alle problematiche sociali. Egli, però, non ne sapeva niente. All’epoca.

Forse, ora avrebbe potuto dirci qualcosa in più, anche se ormai quelle “presenze” hanno preso corpo dopo l’intervento della DDA e della DIA di Napoli.

Di Napoli, ripetiamo.

Le operazioni importanti partono sempre da fuori.

Ma non è la cronaca che ci interessa più di tanto, quanto alcune considerazioni che vogliamo, dobbiamo, fare.

Un contadino se ne era accorto, un veneto forse.

Nessun altro.

Eppure sul posto c’è una stazione di carabinieri alla quale non dovrebbe sfuggire niente.

Ma tant’é.

Una conferma che il lavoro di intelligence in questa disgraziata provincia fa acqua da tutte le parti.

Se così non fosse, non saremmo arrivati a questo punto.

Borgo Podgora sta sulla strada per Velletri.

Abbiamo già parlato dell’assalto della camorra anche nell’area dei Castelli romani.

Si sta spingendo sempre di più.

Dappertutto…

A Velletri anche. E non solo.

Tempo fa un amico ci avvertì di alcune cose che riguardano appunto questo centro.

Abbiamo fatto delle visure camerali ed abbiamo trovato riscontri.

Attenti!

Lo diciamo al Sindaco, ai Carabinieri, alla Polizia e, soprattutto, alla Guardia di Finanza di Velletri.

Attenti, alle compravendite, agli appalti e subappalti. E a qualunque attività che comporta business.

Non sono indenni dal processo di insediamenti ed investimenti “sospetti”.

E non aspettino che arrivino la DDA e la DIA di Napoli!

Archivi