CAMORRA AL COMUNE DI AVERSA. Pip, una storia ultradecennale: la G&D e le altre aziende dell’Ati

CAMORRA AL COMUNE DI AVERSA. Pip, una storia ultradecennale: la G&D e le altre aziende dell’Ati

Qui sotto uno degli articoli che abbiamo dedicato alla vicenda, datato 17 settembre 2015

IL NOSTRO ARTICOLO DEL 17 SETTEMBRE:

AVERSA – Sono trascorse un paio di settimane dall’ultimo articolo che abbiamo dedicato allo strano caso del Piano degli Insediamenti Produttivi, conosciuto come Pip, del Comune di Aversa.

Due settimane trascorse inutilmente, visto che il gruppo delle tre società le quali, nel febbraio 2011, hanno ricevuto il formale titolo per la costruzione degli immobili e delle infrastrutture del Pip nella zona che ha ospitato per anni la fiera settimanale (come da determina n. 93 del 14 febbraio 2011, per essere precisi), non ha ancora ricevuto risposta dal’amministrazione comunale di Aversa all’atto di diffida presentato per procedere alla firma del contratto che, ad oggi, non è stato ancora siglato, nonostante che già nel settembre 2011 la stessa amministrazione comunale di Aversa aveva spedito formale invito alla “G&D Spa”, con sede a Castileti Teramo, in provincia di Teramo, capogruppo degli altri due soggetti partecipanti, una persona fisica, Enrico Capogrosso, napoletano, e la “Falco Security Service” di Andrea Grieco, con sede a Casoria, in provincia di Napoli.

CLICCA QUI: ESCLUSIVA AVERSA. CARABINIERI E DDA SUL PIP DELLA CITTA’. Ecco cosa scrisse Casertace il 3 e il 17 settembre scorsi

fonte:www.casertace.net

--
Archivi